13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 17, 2021
Home Cronaca/Politica Giro di vite. Nuova ordinanza regionale: Negozi chiusi la domenica, corsia preferenziale...

Giro di vite. Nuova ordinanza regionale: Negozi chiusi la domenica, corsia preferenziale agli over 65 per la spesa

Il presidente Zaia, nella sua diretta Facebook di oggi, ha annunciato il contenuto della nuova circolare in vigore da domani, venerdì 13 ottobre al 3 dicembre. Diciamo subito che il Veneto per ora rimane in zona gialla, questo è un leggero giro di vite che non limita gli spostamenti tra i Comuni, ma è mirato a combattere gli assembramenti, in particolar modo nei weekend. . “L’ordinanza – ha sottolineato il governatore nella diretta di oggi –  ha l’approvazione del ministro della Salute Speranza. Il provvedimento è condiviso con i presidenti di Friuli Venezia-Giulia ed Emilia Romagna. Le vasche e gli assembramenti in centro non vanno fatti. Faccio un appello a chi è positivo e in quarantena: non uscite a ritirare la merce in consegna dai corrieri perché rischiate di infettarli”.

Questi in sintesi i contenuti della nuova ordinanza.

Mascherina sempre obbligatoria fuori casa (ad eccezione di bimbi sotto i 6 anni). Si può togliere per fumare o consumare cibi e bevande, ma con il distanziamento dalle persone di almeno un metro. Mascherina obbligatoria anche dentro casa se si ospitano persone non conviventi.

Sono consentite corse e camminate all’aperto lontane dai centri abitati o da luoghi affollati. Si ritorna alla vecchia regola per la spesa. In negozi e al supermercato si potrà entrare una persona per nucleo familiare (salvo i casi di familiari non autosufficienti o ragazzini con età inferiore ai 14 anni che dovranno essere accompagnati).

I mercati settimanali dovranno essere perimetrati.

Le prime due ore di apertura dei supermercati, al mattino, sarà consigliato l’ingresso solo agli over 65. Quindi l’invito è di andare dopo le 10.

Sono sospese le lezioni di educazione fisica, canto e musica a fiato nelle scuole medie ed elementari (previo parere del Cts).

Non cambia l’orario per ristoranti e bar, aperti sempre fino alle 18. Dalle 15 alle 18 vietato servire clienti che non siano seduti al tavolo.

Confermato il coprifuoco alle ore 22.

E’ vietato consumare cibi e bevande da asporto in aree pubbliche all’aperto.

Il sabato e nei giorni pre-festivi, outlet e centri commerciali sono chiusi al pubblico. Domenica chiusi tutti i negozi salvo tabaccherie, edicole e farmacie. Vendita con consegna a domicilio resta sempre la forma più consigliata.

Capienza massima al 50% sui mezzi pubblici.

Nei casi di competizioni sportive, atleti e accompagnatori di altre regioni dovranno avere l’esito negativo del tampone effettuato nelle 72 ore precedenti.

Multe da 400 a 1000 euro per chi non rispetta le nuove regole.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Stato manutentivo del Ponte della Vittoria. Interrogazione del consigliere Fabio Bristot (Rufus)

Il consigliere comunale di opposizione Fabio Bristot (Rufus), ha presentato un'interrogazione per conoscere lo stato complessivo in cui si trovano alcuni ponti del territorio...

Dichiarato inammissibile il ricorso dalla Cassazione, Dal Borgo rimane in carcere

La Suprema Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dai legali di Dal Borgo Roberto, contro la sentenza della Corte d'Appello di...

Aperto l’archivio storico del turismo italiano. Oltre 160mila immagini che raccontano l’Italia

Enit apre al pubblico l’Archivio storico del turismo italiano. Da oggi sarà visibile a tutti l’inestimabile patrimonio culturale dell’Ente nazionale del Turismo italiano. Oltre...

Virginia Scardanzan ottava italiana di sempre nell’asta: in Nebraska (USA) vola a 4.35

Non finisce di stupire Virginia Scardanzan. La 23enne portacolori di Atletica Silca Conegliano, è nuovamente volata altissimo nel salto con l’asta. Questa volta è...
Share