13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 7, 2021
Home Cronaca/Politica Confronto Sindaci – Regione sulle misure anti-pandemia. Massaro: «Intervenire su case di...

Confronto Sindaci – Regione sulle misure anti-pandemia. Massaro: «Intervenire su case di riposo e supermercati»

Fermare la continua crescita dei contagi per non mettere ancora più in difficoltà il sistema sanitario, per evitare nuove restrizioni e per sperare in un Natale più tranquillo: questi gli obbiettivi dei sindaci dei comuni capoluogo del Veneto e dei vertici della Regione Veneto, che nel pomeriggio si sono confrontati sulle misure per limitare il diffondersi dei
contagi.
Alla riunione con il presidente del Veneto Luca Zaia e con l’assessore regionale alla sanità e sociale Manuela Lanzarin è intervenuto anche il primo cittadino di Belluno, Jacopo Massaro: «La situazione è estremamente critica, e senza nuovi provvedimenti ci avvieremo a passi
spediti verso l’inserimento nella zona arancione, se addirittura non rossa.
C’è grossa preoccupazione per la tenuta del sistema sanitario regionale, nonostante le professionalità e le eccellenze che devono però scontrarsi con i numeri di questa pandemia: l’obbiettivo è farlo resistere per garantire assistenza ai malati cronici, oltre che per intervenire nei casi Covid».
Sulle misure da adottare, i rappresentanti locali e regionali si sono confrontati «per evitare che si ripresenti lo scenario di sabato e domenica, con quei comportamenti incauti che abbiamo visto tutti e che porteranno nei prossimi giorni un incremento dei casi. – sottolinea
Massaro – Personalmente, ho posto due questioni: quella delle case di riposo, dove è urgente che la Regione intervenga con del personale che possa sostituire gli operatori contagiati per garantire la continuità del servizio, e quella del numero di persone per famiglia nei supermercati;
mentre durante il lockdown vigeva la regola per la quale un solo membro per famiglia poteva accedere ai punti vendita, ora assistiamo a ritrovi familiari tra le corsie».​
Inevitabile sarà anche un giro di vite nei controlli: «Si stanno facendo, con grandi sforzi, ma è necessario intensificarli. Credo che nessuno di noi voglia nuove e più severe restrizioni che andrebbero anche a colpire il periodo natalizio. Purtroppo, le persone sono ancora troppo rilassate e non hanno capito come la situazione sia realmente drammatica»,
conclude il primo cittadino.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rifugi alpini. Lorenzi (Confcommercio): regole troppo penalizzanti per l’avvio della stagione

Il settore rifugistico, tassello fondamentale per l’offerta turistica estiva bellunese, si sta avviando all’apertura stagionale tra varie incognite legate alle condizioni meteo, alla presenza...

Crisi Acc. Il Pd bellunese chiama Regione e Governo per la continuità produttiva dello stabilimento

Belluno, 7 maggio 2021 - La Regione e il governo si attivino immediatamente per individuare gli strumenti necessari per tamponare l'emergenza delle centinaia di famiglie,...

Bollo auto. Prorogate al 30 settembre le scadenze del 2021

Venezia, 7 maggio 2021  -  Su proposta dell’assessore referente per i Tributi, il Bilancio e la Programmazione, Francesco Calzavara, la Giunta veneta ha approvato un...

Annunciati nomi e dorsali dei 184 corridori al via del 104mo Giro d’Italia

Torino, 7 maggio 2021 - Tutto pronto per il via del 104^ Giro d’Italia, che partirà domani da Torino, con la cronometro individuale Torino...
Share