13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 12, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Mercato auto Veneto: il punto sul 2020

Mercato auto Veneto: il punto sul 2020

Riprende la propria corsa il mercato delle auto in Veneto. Secondo gli ultimi dati, infatti, nel primo semestre del 2020 i passaggi di proprietà delle auto usate hanno raggiunto i 85.990 atti. Nel I semestre la regione si posiziona al 5° posto in Italia per numerosità, ma se si confrontano i dati con la popolazione residente maggiorenne il Veneto si classifica al 14° posto assoluto con 211,5 passaggi netti ogni 10mila abitanti.

La classifica delle province per numero di passaggi di proprietà vede in testa Verona con 17.566 atti, seguita da Padova con 16.190, Vicenza con 15.836, Treviso con 15.451, Venezia con 12.892, Rovigo con 4.154 e Belluno con 3.901. Nella nostra regione il diesel continua a essere l’alimentazione preferita: secondo l’ACI, il 49,1% dei passaggi di proprietà sono relativi a vetture a gasolio e il 59% delle richieste totali ricevute da AutoScout24 riguardano questa alimentazione.

Per quanto attiene le auto ibride ed elettriche si è ancora agli inizi, come attestano sia i dati ACI (solo l’1,5% dei passaggi di proprietà riguardano auto ibride ed elettriche), sia i dati di AutoScout24 (2,1% delle richieste totali).

Ed i prezzi? Continuano a far segnare numeri importanti visto che il prezzo medio di vendita si attesta, in generale, a € 16.640, un dato superiore alla media nazionale (€14.400). Per acquistare una vettura, tra le province “più care” troviamo ai primi posti Vicenza, con un prezzo medio di € 18.370 e Padova con € 17.260. Seguono Treviso (€16.800), Belluno (€15.850), Verona (€15.660), Venezia (€ 15.420) e la “più economica” Rovigo con € 14.450.

 

Le vetture più ricercate in Veneto

In Veneto in questo comparto tra le vetture più ricercate spicca la Toyota Yaris usata. Si tratta di una vettura pratica e spaziosa, adatta ai diversi utilizzi. La guida è molto gradevole: l’auto si muove con poca inerzia, è rapida e fluida nei cambi di traiettoria e se la cava molto bene anche in città. Quanto ai motori, la meno costosa delle Toyota Yaris utilizza un classico 1.0 a tre cilindri da 72 CV, abbinato a un cambio manuale a cinque marce: grazie al peso contenuto dell’auto, c’è un pizzico di brio e i consumi dichiarati sono soddisfacenti. Una 1.0 va bene se serve un’utilitaria da usare solo ogni tanto. Ma chi passa molto tempo nel traffico valuti una Toyota Yaris 1.5 Hybrid Trend: consuma pochissimo e ha una dotazione che include anche i fari full led e i cerchi in lega.

La Mini Cooper, intanto, continua ad essere una delle vetture più richieste dal mercato in Veneto. Quando è stata presentata al mondo nel 2001, la Mini ha subito fatto breccia nel cuore degli appassionati. La rivisitazione in chiave moderna del modello ideato da Alec Issigonis ha immediatamente colpito per il look di chiara ispirazione vintage e per le doti di guida che hanno esaltato il cosiddetto “go kart feeling”. Proprio l’ottimo telaio è servito da base per la realizzazione di una versione piuttosto pepata, la Mini Cooper.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

San Vito di Cadore. Prosegue l’iter di approvazione della variante

Venezia, 11 maggio 2021 Proseguono le attività di Anas (Gruppo FS Italiane) per il completamento dell'iter approvativo del progetto del miglioramento dell'attraversamento dell'abitato di San...

Sopralluogo alla sala operativa emergenze in zona aeroporto e al nuovo comando dei vigili del fuoco. Bortoluzzi: «Con il prefetto piena sinergia per concludere...

Sopralluogo, ieri mattina (lunedì 10 maggio), nella sala operativa emergenze, all'interno delle pertinenze dell'Arma dei carabinieri in zona aeroporto, e poi al comando provinciale...

Italia Nostra: sosteniamo i musei del territorio bellunese

La Sezione di Belluno presieduta da Giovanna Ceiner, partecipa alla campagna delle Settimane del Patrimonio Culturale di Italia Nostra segnalando sei musei territoriali da...

Nuova ordinanza per prevenire la proliferazione dei colombi in Città

Il sindaco di Belluno ha firmato una nuova ordinanza relativa a "Misure preventive contro la proliferazione dei colombi in Città" (ordinanza 139 del 10...
Share