13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 7, 2021
Home Prima Pagina Inaugurata la Caserma Toigo. Massaro: "Grande opera di riqualificazione urbana". Padrin: "Una...

Inaugurata la Caserma Toigo. Massaro: “Grande opera di riqualificazione urbana”. Padrin: “Una nuova casa adeguata alle esigenze della macchina dei soccorsi”

«Si è trattato di un iter lungo e complicato, ma finalmente il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco ha una sede adeguata nell’organizzazione e nelle dimensioni»: così il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, saluta il trasferimento dei Vigili del Fuoco bellunesi nella nuova sede della Caserma Toigo, a Col da Ren.

Jacopo Massaro – Sindaco di Belluno

«Questa è stata la prima caserma oggetto di rigenerazione urbana da parte del Comune di Belluno, opera partita sotto l’amministrazione Prade e arrivata oggi al completo recupero e alla riconversione della struttura. – sottolinea Massaro – Dopo la Toigo, fin dal primo mandato ci siamo concentrati sulla riqualificazione non solo delle caserme – come la Piave, che ora ospita la cittadella del terzo settore, la Tasso, che accoglie diverse realtà e che è ancora in fase di ”rivoluzione”, e la Fantuzzi, destinata a diventare la cittadella della sicurezza –, ma sui palazzi della cultura, sui parchi, su tutto ciò che può migliorare l’aspetto e l’offerta della nostra città; oltre all’importante valore della struttura per la sicurezza dei nostri cittadini e per l’efficacia del lavoro dei vigili del fuoco, la Toigo ha quindi anche un importante valore simbolico come grande opera di riqualificazione. Proprio sulla rigenerazione urbana si è impegnata con convinzione questa amministrazione che, in questi otto anni, ha realizzato nuovi interventi per innalzare ancora di più il decoro e la qualità della vita».

Un pensiero e un ringraziamento va infine ai “nuovi inquilini” della Toigo: «Finalmente i Vigili del Fuoco hanno una sede adeguata: il loro prezioso lavoro è da sempre sotto gli occhi di tutti, ma mai come in questi ultimi periodi, nei quali le calamità si susseguono con frequenza, il corpo si è rivelato fondamentale per la sicurezza e la tutela delle nostre comunità. Alla nostra gratitudine, come cittadini e come amministratori, oggi si aggiunge anche la soddisfazione di vederli operare in un centro che soddisfa le loro esigenze».

«Uno spazio adeguato, rispondente alle esigenze di un corpo che è fondamentale per i nostri territori, tanto più con le fragilità che la montagna ha dimostrato negli ultimi anni». È quanto afferma il presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin, che questa mattina ha partecipato all’inaugurazione del nuovo comando provinciale dei Vigili del fuoco, in via Col da Ren, nei locali della ex caserma Toigo.
«Inaugurare il nuovo comando provinciale, proprio nel giorno di ricordo delle vittime del Vajont, credo sia particolarmente significativo. Nelle ore immediatamente successive al disastro di quel 9 ottobre 1963 furono moltissimi coloro che si adoperarono per portare soccorsi. E tra questi, i Vigili del fuoco furono tra i primi. L’importanza, la professionalità e direi anche il lato umano di queste figure imprescindibili li abbiamo toccati con mano durante la tempesta Vaia e all’indomani delle tante piccole emergenze maltempo che si sono susseguite. Poter dare loro una casa nuova e adeguata alle esigenze della macchina dei soccorsi era un dovere; inaugurarla oggi è un onore. Questo non è solo il nuovo comando provinciale dei Vigili, ma la casa di tutti i bellunesi, un baluardo sicuro».
«Stiamo lavorando insieme ai Vigili del fuoco per completare la piazza d’armi e dare uno spazio nuovo alla gestione delle emergenze provinciali – aggiunge Massimo Bortoluzzi, consigliere provinciale delegato alla Protezione civile e alla difesa del suolo -. L’idea è di realizzare il nuovo Ccs (centro coordinamento soccorsi) in una delle vecchie baracche della Toigo, in modo da avere a disposizione un luogo di coordinamento tra i vari soggetti che operano in situazione di emergenza».

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share