13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 7, 2021
Home Prima Pagina Alpago. Rette invariate all'asilo

Alpago. Rette invariate all’asilo

Umberto Soccal – Sindaco Alpago

Il Comune Alpago garantisce anche per quest’anno scolastico 2020/2021 le stesse rette dell’anno scorso. La decisione riguarda tutti i bambini che frequentano gli asili presenti sul territorio comunale, ossia quello di Farra d’Alpago e anche quelli paritari di Pieve d’Alpago e Puos d’Alpago. E anche per coloro che si rivolgono all’asilo parrocchiale di Tambre.

Questo nonostante i maggiori oneri derivanti dall’applicazione delle normative anti-Covid (sanificazione dei locali e l’assunzione di personale che consenta il mantenimento del numero di alunni entro il limite massimo previsto per i singoli gruppi), grazie all’ultima variazione di bilancio, varata dal consiglio comunale di Alpago alcuni giorni fa, che prevede la misura straordinaria di 50mila euro per le famiglie.

La decisione di mantenere invariate le rette è maturata dopo un incontro congiunto con i due comitati di gestione degli asili, e i rispettivi presidenti e legali rappresentati (don Christian Mosca per Puos e Don Moreno Baldo per Pieve), che garantiranno – per parte loro – una compartecipazione alle maggiori spese attraverso lo stanziamento di risorse proprie. Va inoltre sottolineato, come anticipato, che analogo contributo sarà erogato anche alle famiglie dei bambini di Spert e Cansiglio che frequentano l’asilo parrocchiale di Tambre, pur ubicato fuori dai confini comunali.

«È una partita che abbiamo seguito da vicino, anche grazie al supporto del consigliere Nino Dazzi, in autentico spirito di squadra pubblico-privato», commentano il sindaco di Alpago Umberto Soccal e il vicesindaco e assessore all’istruzione Vanessa De Francesch. «In un periodo di grande difficoltà per tutti, ma in particolare proprio per le famiglie con bambini piccoli, ci sembrava doveroso convogliare a loro favore tutti gli sforzi possibili, come peraltro avevamo fatto nei mesi scorsi, durante il periodo di lockdown, con la sospensione del pagamento delle rette. Ci auguriamo tutti di uscire quanto prima da questa situazione; nel frattempo lavoreremo ad ogni soluzione utile a sostegno delle famiglie, che sono il primo baluardo a difesa delle nostre comunità locali», concludono i rappresentanti dell’amministrazione.

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share