13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Cronaca/Politica ACC Wanbao. D'Incà: "Piena fiducia nel progetto per un nuovo polo industriale...

ACC Wanbao. D’Incà: “Piena fiducia nel progetto per un nuovo polo industriale con ex Embraco”

Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento

“Da parte del Governo c’è piena fiducia ed entusiasmo per il nuovo polo industriale che può ridare vigore al settore del freddo in Italia con l’ACC di Borgo Valbelluna in grado di giocare un ruolo da protagonista. Un progetto ambizioso, di larghe prospettive, su cui il Ministero dello Sviluppo Economico sta lavorando con estrema attenzione e capacità”.

È il commento di Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento, al termine del tavolo che oggi si è tenuto a Torino sulla collaborazione tra due importanti realtà industriali, la Acc di Mel e la ex Embraco di Chieri, in Piemonte.

“È bene sottolineare che si tratterà di una sinergia tra stabilimenti: ogni azienda, come spiegato dalla sottosegretaria al Mise Alessandra Todde e dal Commissario straordinario di Acc, Maurizio Castro, metterà in campo le proprie competenze – prosegue D’Incà che aggiunge – : la Acc di Mel nell’assemblaggio di compressori, non solo domestici ma anche commerciali e la ex Embraco nei motori. L’obiettivo è di raggiungere una produzione di 6 milioni di pezzi a partire dal 2022. Il tutto tramite un piano industriale con una partnership tra pubblico e privato da 50 milioni di euro, con un investitore capace di credere nel progetto”.

Il ministro D’Incà è intervenuto al tavolo, sottolineando come “il Governo stia dando forza a tutte le progettualità e crede nel piano di sviluppo che ha delle ampie prospettive. C’è finalmente la possibilità di ridare slancio e forza lavoro a due stabilimenti che hanno un forte impatto anche su altre realtà del comparto del freddo. Raggiungere questo risultato, per la Acc di Mel, rappresenta un percorso che, nel tempo, si è rivelato molto articolato: abbiamo fatto un lungo lavoro di interlocuzione e oggi ci troviamo di fronte alla possibilità di costruire un nuovo polo. È ancora una volta arrivato il momento di essere uniti: da parte del Governo, del Ministero e del Movimento 5 Stelle c’è la massima fiducia nel piano e nel lavoro svolto dai tecnici competenti. È arrivato il momento di ripartire e questo è un esempio di rilancio per tutto il Paese”.

Infine, D’Incà osserva che “si sta organizzando per la prossima settimana, a Belluno, un incontro con i lavoratori, i sindacati e il commissario di ACC Castro e la sottosegretaria Todde, oltre a un tavolo congiunto nelle settimane successive”.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Un nuovo progetto per la segnalazione degli ostacoli al volo

La Provincia di Belluno coordinerà un nuovo progetto di mappatura e la segnalazione degli ostacoli al volo. Con un sistema innovativo di palette catarifrangenti...

Covid. Bond (FI): «Il governo distrugge economia e Natale in un colpo solo»

«Mercati settimanali sì, casette di Natale no. Il governo deve spiegarci perché questa differenza». È quanto afferma il deputato di Forza Italia, Dario Bond, sullo...

Comuni ricicloni, Ponte nelle Alpi primeggia: Dal Borgo: “Questo riconoscimento conferma il consolidarsi del progetto di raccolta differenziata” 

Il Comune di Ponte nelle Alpi è il più riciclone della provincia di Belluno. L'ufficialità arriva dal dossier di Legambiente.  In base alla produzione...

La sanità è preparata alla nuova ondata di contagi? * di Mauro De Carli

La domanda è sulla bocca di tanti, forse non si ha il coraggio di farla per la paura dell’incertezza di questo momento: “la Sanità...
Share