13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 9, 2021
Home Prima Pagina Siglato l'accordo Ulss Dolomiti e Inps per migliorare l’accertamento dei requisiti di...

Siglato l’accordo Ulss Dolomiti e Inps per migliorare l’accertamento dei requisiti di invalidità civile

Il direttore provinciale dell’Inps Marco De Sabbata e il direttore generale dell’Azienda Ulss 1 Dolomiti Adriano Rasi Caldogno, hanno siglato un protocollo operativo per migliorare la collaborazione nell’accertamento dei requisiti sanitari in materia d’invalidità civile.

L’emergenza Covid ha imposto l’attivazione di nuovi modelli organizzativi e gestionali in vari ambiti tra cui, appunto, l’erogazione delle prestazioni inerenti il riconoscimento delle condizioni di invalidità civile e di handicap, nonché la valutazione dei requisiti per il collocamento lavorativo mirato delle persone con invalidità.

Ulss Dolomiti e Inps sede di Belluno, nella cornice di un generale impegno per rafforzare reciprocamente e in modo sinergico le azioni per dare servizi più efficienti ai cittadini, hanno adottato un innovativo modello sperimentale per ridurre i tempi di erogazione delle prestazioni di competenza comune.
Il protocollo prevede lo svolgimento congiunto di parte delle commissioni medico legali integrate tra professionisti Ulss e Inps (con particolare riguardo agli accertamenti a favore dei minori e dei pazienti oncologici) al Centro medico legale dell’Inps. Saranno inoltre sviluppate congiuntamente modalità valutative orientate all’esame documentale (anche integrate con materiale audiovisivo acquisito telematicamente) al fine di ridurre gli spostamenti degli utenti. La fase della gestione della convocazione a visita e della istruttoria amministrativa verrà svolta dall’Ulss Dolomiti.

Questa procedura sperimentale ha il vantaggio di essere più rapida, facendo risparmiare tempo sia al cittadino che ai professionisti, e più sicura perché limita i contatti tra personale sanitario e utenza fragile, in ottemperanza alle raccomandazioni in tema di prevenzione Covid.
Infine, saranno organizzati specifici incontri formativi con gli operatori dei patronati al fine di rendere completa la domanda amministrativa e la documentazione sanitaria allegata per il riconoscimento della invalidità civile.
La sperimentazione partirà in questi giorni e durerà un anno, con conferma in caso di esito positivo.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cinema Italia, tutto quello che c’è da sapere sullo storico cinema di Belluno. Martedì con il Fai Giovani su piattaforma Zoom

Il gruppo Fai Giovani di Belluno ha organizzato una conversazione on line dedicata allo storico cinema Italia di Belluno. Il gestore Manuele Sangalli porterà...

Il Lions Club Belluno dona 18 Pc alle scuole di Borgo Valbelluna

Il Lions Club Belluno, dopo l’apprezzato intervento per le scuole primaria e secondaria di Limana, ha voluto donare alle scuole di Borgo Valbelluna diciotto...

Si può battere sul tempo l’infezione da Sars Cov 2 grazie agli antivirali e ad una nuova organizzazione del territorio

È ormai acclarato che l’opportunità terapeutica dell’utilizzo degli antivirali contro l’infezione da Sar-Cov2 è tanto più efficace quanto prima si utilizzano tali rimedi fin...

No paura Day 3. Domenica alle 16 in piazza Martiri a Belluno

Belluno, 9 maggio 2021 – Oggi pomeriggio alle ore 4 in piazza dei Martiri a Belluno si terrà il terzo appuntamento “No paura day”,...
Share