13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 28, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Gioielli svelati ad Arsié. Gli acquerelli di Luisella Salce alla galleria Rizet

Gioielli svelati ad Arsié. Gli acquerelli di Luisella Salce alla galleria Rizet

C’è bisogno di bellezza ai tempi del Coronavirus. E la bellezza, si sa, a volte si svela inaspettata. Quest’estate ne ho trovato una declinazione preziosa tra le cime che spezzano il cielo e i tramonti impossibili della Val Belluna, negli acquarelli di Luisella Salce. Un’artista che è anche un ottimo architetto, ma soprattutto una donna alla ricerca di quello che le donne sentono ma non sempre dicono.

La sua prima personale ‘Svelare L’anima’, alla Galleria Rizet di Arsié a Ponte Nelle Alpi, aperta fino al 6 settembre, è una rara occasione di incontro con la bellezza. Arsié è un piccolo borgo, una manciata di case avventurosamente sparse ai piedi delle montagne, tra scorci di valle e laghi. Poteva essere uno dei tanti luoghi di montagna inesorabilmente abbandonati, e invece vibra di colori, murales, installazioni: anche questa una sorpresa. È la passione dell’animatore d’arte e proprietario della galleria omonima, Diego Rizzo, ad aver portato arte e colori e artigianato lassù. Gli undici acquarelli di Luisella Salce non potevano avere una cornice migliore in quello spazio, una ex stalla, trasformata in un piccolo luogo di intimità e silenzio. Le opere di Luisella Salce sono spontanee e potenti, delicate e feroci e attanagliano all’istante. Avvolte in morbidi veli di tulle nero (installazione raffinata e intelligente) le sue donne parlano di momenti e intuizioni, attimi perduti o sperati, dolori contenuti e felicità temute. Donne nella pioggia di una strada di città (Parigi? Berlino?), donne svestite, donne in attesa, donne tristi? Felici? Innamorate? Lasciate? Dormienti? In lacrime? Pensanti? Oppure animali: l’energia liberatoria dei cavalli in corsa (in fuga?), forse una delle opere più riuscite, o la sorprendente bellezza della calma forza delle mucche protagoniste di una altro foglio.

È raro trovare artisti così a proprio agio con l’acquarello. L’acquarello spesso è maniera, esercizio di stile. Sono stati pochi gli artisti capaci di liberare le sue potenzialità come un fiume in piena. Agli acquarelli di Luisella Salce riesce la magia di traferire le emozioni sulla carta lasciando che al resto ci pensino acqua e pennello. L’acquarello è impulso, gesto, tocco. A consacrarlo in forme sublimi sono stati soprattutto gli artisti dell’Espressionismo tedesco del movimento Die Brücke, con le loro scene metropolitane, la natura bestiale, gli animali umani, mentre il mondo danzava sull’orlo dell’abisso. È l’acquarello, più di ogni altra forma pittorica tra le due guerre, ad aver colto al meglio la solitudine dell’uomo, l’alienazione dell’individuo, l’immoralità, con la sua improvvisazione e la gamma cromatica accesa, alla disperata rincorsa delle emozioni. Nei disegni di Luisella Salce ci sono Ernsnt Ludwig Kirchner, Franz Marc, Egon Schiele (Luisella Salce forse non lo sa, ma le sue figure sembrano tremare proprio come Schiele), Oskar Kokoschka, e naturalmente Munch il norvegese, e le macchie di colore del tedesco Emil Nolde. Sarebbe bello, un giorno, vedere i colori dell’elegia, della malinconia erosiva e il candore di questi acquarelli, e di molti altri ancora chissà, nella città che all’alba del XX secolo ha visto nascere l’Espressionismo, Berlino.

Simone Porrovecchio

Share
- Advertisment -

Popolari

Arrestato uno straniero di Sedico. Doveva scontare la pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e lesioni

Nella serata di ieri, venerdì 27 novembre, i carabinieri di Pieve di Cadore con il Nucleo investigativo di Belluno, hanno arrestato Burlac Michail 19enne...

Sorpreso un locale a Pedavena con clienti in festa dopo le ore 22

I carabinieri della Stazione di Feltre, coordinati dal capitano Iannelli, hanno sanzionato il pub El Travo di Pedavena per violazione alle norme anticovid. I...

L’inutile proroga * di Michela Marrone

I commercialisti bellunesi si sono uniti in questi giorni alle richieste del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili al fine di...

Dissesto idrogeologico. Importanti lavori conclusi in collaborazione tra il Comune di Borgo Valbelluna e l’Unione montana Val Belluna

Anche quest'anno, nonostante l'emergenza COVID-19, nel comune di Borgo Valbelluna i cantieri relativi alla difesa del suolo dai problemi legati al dissesto idrogeologico non...
Share