13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 29, 2020
Home Cronaca/Politica Europa Verde Belluno: ecco i 5 candidati bellunesi. La lista che sostiene...

Europa Verde Belluno: ecco i 5 candidati bellunesi. La lista che sostiene i temi ecologici si schiera con la coalizione di centrosinistra, con Lorenzoni presidente

Una ventata verde è arrivata in provincia, pronta a portare i principali temi ecologici all’attenzione di amministrazioni e comunità locali, oltre che a richiamare tutti alle proprie responsabilità di cittadini e consumatori. All’inizio di quest’anno è stato costituito il gruppo “Europa Verde Belluno” per dar voce a coloro che abbracciano con passione e determinazione la causa ecologista in provincia e per avere più peso nella contrattazione politica di temi fondamentali che non possono più essere disattesi, vista la gravità della crisi climatica in corso e le implicazioni ormai in ogni aspetto della nostra vita quotidiana.

Le elezioni regionali di domenica 20 e lunedì 21 settembre costituiranno sia un momento di verifica per le proposte di programma e per il lavoro preparatorio svolto dal nostro gruppo sia comunque una occasione di maturazione e di crescita. Per tali elezioni Europa Verde Veneto e con essa il gruppo bellunese ha scelto di schierarsi dalla parte dell’alternativa al governatore leghista uscente Luca Zaia sostenendo Arturo Lorenzoni, ex vicesindaco di Padova e docente universitario di Economia dell’energia, coalizzandosi tra gli altri con il Partito Democratico e il movimento “Il Veneto che Vogliamo”.

Il movimento si avvale di un gruppo affiatato di sostenitori e di una rosa di cinque candidati, quattro dei quali con meno di 32 anni: rappresentano anche i giovani che con tanta passione hanno riempito le piazze di tutto il mondo, anche italiane, per manifestare preoccupazione e volontà di lottare per il loro futuro e per il futuro del nostro pianeta minacciato da speculazioni politiche, inquinamento e cambiamenti climatici. Per scelta condivisa la lista dei candidati è ordinata per età e per alternanza di genere senza un capolista.

Il primo nome in cima alla lista sarà pertanto quello del giovane Davide Cassisi, 26 anni di Agordo, laureato in Local development all’università di Padova dopo aver studiato economia alla triennale. Ha partecipato ai programmi Erasmus in Spagna e Romania e durante gli studi ha fatto anche un’esperienza di volontariato in Uganda. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare e vivere la montagna in tutti i suoi aspetti.

Segue la prima candidata femminile Gioia Spiekermann, 26 anni di Sedico, dipendente Luxottica dal 2015. Iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione linguistica alla Scuola Superiore Mediatori Linguistici di Belluno. Sensibile ai diversi temi ambientali è neo mamma e anche per questo ancor più convinta che l’impegno politico debba imperniarsi sulla conservazione di un ambiente vivibile per le future generazioni.

Alex Segat, 32 anni di Borgo Valbelluna, è laureato in Politica e diplomazia internazionale all’università di Padova. Tra un lavoro precario ed un altro conduce una piccola azienda agricola. Ambientalista pragmatico è da sempre appassionato alla politica in particolare agli aspetti della green economy e dello sviluppo sostenibile.

Francesca Valente, 30 anni, è laureata in Lettere moderne all’università di Padova ed è giornalista professionista. Nativa di Feltre vive attualmente a Rimini per lavoro ma continua a impegnarsi per la provincia di Belluno, dove collabora tuttora con il Corriere delle Alpi occupandosi di temi agricoli e ambientali. Ecologista da sempre sensibile alle tematiche green è anche volontaria dell’associazione Jabar attiva sui temi del carcere e della legalità.

Luigino Tonus, 63 anni di Santa Giustina, è ingegnere in pensione. Per più di 25 anni è stato dirigente tecnico della Provincia di Belluno, esperienza che si aggiunge a quella durata 7 anni di funzionario dell’Ufficio regionale del Genio civile. Ha maturato una breve esperienza politica come consigliere comunale ed è un appassionato cicloturista. E’ attuale referente del gruppo Europa Verde di Belluno.

Francesca Valente

Gioia Spiekermann

Davide Cassisi

Alex Segat

Luigino Tonus

Share
- Advertisment -



Popolari

Marchon Italia: accordo sindacale sullo smart working

Diritto alla disconnessione, tre giornate massime di smart working alla settimana, flessibilità della prestazione lavorativa. Sono alcuni degli elementi che caratterizzano l'accordo sullo smart...

Caffè pedagogico. Appuntamento on line il 5 e 9 ottobre per genitori con bambini da 0 a 6 anni

Il “Caffè Pedagogico” è un’Associazione culturale costituita nel 2017 da un gruppo di professionisti amanti del mondo dell’infanzia, convinti del valore pedagogico in educazione...

Fondo solidarietà bilaterale artigianato bloccato. Scarzanella: imprenditori senza assegno da maggio

«Il lockdown e la pandemia continuano a mettere in ginocchio il mondo dell'artigianato. La situazione comincia a farsi insostenibile». È quanto afferma la presidente...

Ulss 1 Dolomiti. Riapre la scuola elementare di Quartier Cadore dopo la quarantena

Ecco la situazione dell'emergenza covid alla Ulss 1 Dolomiti aggiornata ad oggi 29 settembre. Nelle ultime 24 ore sono emerse 3 nuove positività: un uomo di...
Share