13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 12, 2021
Home Meteo, natura, ambiente, animali Blitz nella notte di Centopercentoanimalisti: "In Trentino esiste una legge speciale che...

Blitz nella notte di Centopercentoanimalisti: “In Trentino esiste una legge speciale che non impone agli allevatori di tutelare i loro animali? L’orso M49 l’hanno già ucciso”!

Nuovo blitz di Centopercentoanimalisti, il movimento che da anni si batte in difesa degli animali. Nella notte tra il 19 e 20 agosto militanti di Centopercentoanimalisti hanno tappezzato i confini della provincia di Belluno con adesivi riferiti al Trentino – Alto Adige, la regione che ammazza gli animali più tristemente famosa d’Italia, per far capire ai diretti interessati che il Movimento non abbasserà mai la guardia.

“In questo periodo – fanno sapere gli attivisti del Movimento –  gli allevatori del Trentino si lamentano quotidianamente delle ‘scorribande’ dell’Orso M49 nelle varie zone montane. Le esternazioni di questi soggetti sono riportate puntualmente dai media locali e nei vari TG vengono mostrate mucche e pecore squartate. Precisiamo che per noi M49 è stato già fatto fuori da tempo. Chissà, forse in Trentino esiste una legge speciale che non impone agli allevatori di tutelare i loro animali, mentre in tutto il resto d’Italia la prassi è diversa, se un animale viene aggredito da un predatore, è previsto un risarcimento nel caso in cui l’allevatore dimostri che siano stati costruiti recinti e misure di protezione per i propri animali. Nella Regione Marche per esempio, i pastori hanno l’obbligo di avere un cane ogni cento pecore. I cani sono un costo notevole per il mantenimento, non a caso spesso vengono uccisi con le scuse più assurde finito il periodo di transumanza. Un cane serve ai pastori solo sei mesi, i rimanenti no… Lo stesso vale per il bestiame, l’allevatore per essere risarcito deve dimostrare di aver costruito recinti a norma per proteggere i suo animali, in caso contrario non becca un fiorino.

Forse – conclude la nota di Centopercentoanimalisti – gli allevatori trentini non sono proprio cristallini nelle misure di tutela dei loro animali? Meglio uccidere lupi e orsi per non correre il rischio di non essere risarciti a causa dei motivi elencati sopra? A pensare mal a volte ci si indovina”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Feltre, isole ecologiche. L’assessore Zatta risponde all’interrogazione della consigliera Forlin

Sull'interpellanza della consigliera di opposizione Nadia Forlin in relazione alla raccolta rifiuti in alcune isole ecologiche del Comune di Feltre, lo smaltimento delle ramaglie...

San Vito di Cadore. Prosegue l’iter di approvazione della variante

Venezia, 11 maggio 2021 Proseguono le attività di Anas (Gruppo FS Italiane) per il completamento dell'iter approvativo del progetto del miglioramento dell'attraversamento dell'abitato di San...

Sopralluogo alla sala operativa emergenze in zona aeroporto e al nuovo comando dei vigili del fuoco. Bortoluzzi: «Con il prefetto piena sinergia per concludere...

Sopralluogo, ieri mattina (lunedì 10 maggio), nella sala operativa emergenze, all'interno delle pertinenze dell'Arma dei carabinieri in zona aeroporto, e poi al comando provinciale...

Italia Nostra: sosteniamo i musei del territorio bellunese

La Sezione di Belluno presieduta da Giovanna Ceiner, partecipa alla campagna delle Settimane del Patrimonio Culturale di Italia Nostra segnalando sei musei territoriali da...
Share