13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 10, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti «Svelare l’anima»: gli acquerelli di Luisella Salce in mostra sabato 22 agosto...

«Svelare l’anima»: gli acquerelli di Luisella Salce in mostra sabato 22 agosto alle 18 alla Galleria Rizet di Arsié di Ponte Nelle Alpi

Si svolgerà in una delle poche gallerie bellunesi attive dopo le chiusure per il Covid, la Galleria Rizet di Arsiè di Ponte delle Alpi. È la prima mostra di acquerelli dell’architetto Luisella Salce, dal titolo «Svelare l’Anima», aperta da sabato fino a domenica 6 settembre (orari: giovedì e venerdì dalle 17.00 alle 19.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00). La vernice, che si svolgerà all’aperto, è fissata per sabato 22 agosto alle 18, con presentazione a cura di Evelina Reolon.

Luisella Salce ha frequentato il Liceo Artistico a Padova e poi a Venezia la facoltà di Architettura. Ha frequentato i corsi di disegno della figura umana di Roberto Totaro e i corsi di acquerello del maestro Angelo Gorlini, uno dei migliori acquerellisti italiani. Le sue notevoli doti artistiche non si esprimono solo nell’ambito della pittura, ma si riflettono nei suoi progetti architettonici, come mostrano alcune opere esposte, in particolare un acquerello, donna con l’ombrello, diventato una porta a vetri che divide gli spazi di un appartamento.

Col titolo «Svelare l’anima» l’artista esprime l’intenzione di indagare i propri stati d’animo, le proprie passioni e il proprio amore per la libertà. In quest’ottica va letta la scelta pittorica dell’acquerello, versatile e immediato, e dell’uso peculiare di forme e colori, contenuti a malapena dentro le linee che delimitano le figure e le composizioni, che spesso hanno contorni irregolari, ma sempre corretti nelle proporzioni e nelle prospettive. Anche l’originale allestimento della mostra, che non sveliamo qui, rifletterà quello «svelare» contenuto nel titolo.

«Dipingere ad acquerello è un’avventura, è come iniziare un viaggio che può essere solo in parte programmato e che riserva sorprese continue data la difficoltà di governare l’elemento liquido: solo chi ama mettersi in discussione può continuare ad acquerellare» spiega Evelina Reolon, responsabile del Gruppo Acquerellisti del Circolo Artistico Provinciale “M. Morales”. «L’acquerello è una sfida ad affrontare l’imprevisto, si può anche avere paura, ma è una paura positiva perché sostiene un’attenzione continua: come nella vita, ad ogni pennellata sai che rischi qualcosa».

Proprio per la tendenza a indagare le proprie emozioni e a raffigurare la propria interiorità sulla tela, lo stile di Luisella Salce mostra certe affinità con l’espressionismo. Ciò emerge, in particolare, nei ritratti di donne dove colori e forme non puntano alla somiglianza ma rafforzano i tratti psicologici che l’artista vuole trasmetterci, facendo di ogni opera un’espressione dell’universo femminile. Non solo esseri umani, ma anche gli animali sono protagonisti della sua poetica: notevoli le mucche che sembrano voler uscire dal quadro e cercare una libertà che non hanno.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Stop 5G. Ecco perché è pericoloso innalzare i limiti del campo elettromagnetico artificiale

Sabato scorso in piazza dei Martiri a Belluno, era presente un gazebo informativo dal comitato spontaneo di cittadini elettrosmog5gbl, il WWF e l'associazione Ecoitaliasolidale,...

I vigili del fuoco salvano Luna, setter femmina caduta in una forra

Luna, un cane setter, caduta in una forra è stata salvata domenica pomeriggio dai vigili del fuoco. A dare l'allarme è stato un escursionista mentre...

No paura day 3. Diminuisce il pubblico, ma non i contenuti

Belluno, 9 maggio 2021 – In 150 circa, oggi pomeriggio ai giardini di piazza dei Martiri, hanno applaudito i tre relatori all’appuntamento “No paura...

12 maggio, Giornata mondiale della Fibromialgia

Per non essere più invisibili, in occasione della Giornata Mondiale della Fibromialgia (12 maggio) AISF – Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica ODV promuove su tutto...
Share