13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 29, 2020
Home Prima Pagina Oltre 200 associazioni bellunesi ammesse al 5 per mille. Gli elenchi sul...

Oltre 200 associazioni bellunesi ammesse al 5 per mille. Gli elenchi sul sito del Csv

Oltre 200 le associazioni bellunesi ammesse tra i beneficiari del 5 per mille.
L’Agenzia delle entrate ha pubblicato in anticipo, rispetto alla data del 31 luglio 2020 (prevista dall’articolo 156 del Decreto legge Rilancio), gli elenchi per la destinazione del 5 per mille 2019, con i dati relativi alle preferenze espresse dai contribuenti nella propria dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda il panorama bellunese, sul sito del Csv Belluno (www.csvbelluno.it) sono visibili gli elenchi dei beneficiari del territorio provinciale, suddivisi per comodità tra ammessi (215) e non ammessi (3). Un’ottima notizia è che l’erogazione dovrà avvenire entro il 31 ottobre 2020: una boccata d’ossigeno per i tanti enti no profit coinvolti.

Sul piano nazionale, invece, l’intero elenco è consultabile sul sito dell’Agenzia delle entrate, nell’area tematica “5 per mille” (https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/area-tematica-5×1000). Vi figurano oltre 58 mila enti tra volontariato, ricerca sanitaria e scientifica, associazioni sportive dilettantistiche, beni culturali e paesaggistici ed enti gestori delle aree protette, cui s’aggiungono 8.032 comuni per un totale di 510 milioni di euro.

Al primo posto, sul piano nazionale, ci sono gli enti del volontariato con 47.522 preferenze, seguiti dalle 10.372 associazioni sportive dilettantistiche, 500 enti impegnati nella ricerca scientifica, 106 che operano nel settore della sanità, 112 per i beni culturali e paesaggistici e 24 gestori di aree protette. Al primo posto nelle preferenze degli italiani, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) per oltre 66 mila euro e 1 milione e 700 mila preferenze.

Il passaggio fondamentale per ricevere il contributo è comunicare le proprie coordinate bancarie o postali necessarie per l’accredito su conto corrente. Questa operazione deve essere svolta tramite il rappresentante legale accedendo ai servizi telematici (tramite il pin code) e utilizzando l’apposita procedura oppure consegnando presso un ufficio dell’Agenzia il modello per la richiesta di accreditamento su conto corrente bancario o postale di rimborsi fiscali e di altre forme di erogazione riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche.

Share
- Advertisment -



Popolari

Arrestato e incarcerato un uomo a San Vito di Cadore

I carabinieri di San Vito di Cadore hanno arrestato M.G. Guerretta, 60enne residente a Treviso. L'uomo doveva scontare 6 anni e 6 mesi di...

Focolai di contagio covid a San Pietro di Cadore e Santo Stefano di Cadore. La Prefettura dispone l’intensificazione dei controlli di polizia

Si è tenuta oggi pomeriggio, in Prefettura, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, con...

Indennità di rischio radiologico, la Cisl diffida l’Ulss 1 Dolomiti

La decisione della Ulss 1 Dolomiti, avvallata dal Nucleo aziendale di valutazione del rischio radiologico (Navrr) è definitiva: ai lavoratori di categoria B, infermieri...

Oltre le Vette 2020. Venerdì la prima serata della rassegna dedicata all’alpinismo e all’avventura

Si terranno al Teatro Comunale di Belluno le serate dedicate all’alpinismo e all’avventura della 24a edizione di Oltre le vette – Metafore, uomini, luoghi...
Share