13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Pausa Caffè Investire in borsa: cosa c’è da sapere

Investire in borsa: cosa c’è da sapere

Investire in borsa sta diventando un’attività sempre più comune e oramai anche semplici risparmiatori provano ad interagire con i mercati finanziari.

Ciò è reso possibile da un lato dalla diffusione di internet, che ha permesso di compiere investimenti comodamente da PC; dall’altro grazie a delle piattaforme intermediare dette broker.

Proprio queste piattaforme hanno fatto si che praticamente chiunque possa accedere al mondo degli investimenti senza particolari problemi.

Investire in borsa è possibile anche attraverso qualsiasi istituto di credito o banca, tuttavia i costi richiesti, rispetto ai broker, saranno notevolmente più alti.

Questo è solo il primo vantaggio offerto dai broker, ma non certo l’unico.

Capire il come funzionano i broker è di fondamentale importanza per tutti coloro che vogliono cimentarsi in questa attività.

Vediamo, dunque, come imparare la borsa e in che modo è possibile fare investimenti oggi.

Trading online in borsa: cos’è una piattaforma broker

Un broker è una piattaforma intermediaria, senza la quale sarebbe impossibile accedere ai mercati finanziari.

In rete esistono tantissimi broker, tuttavia non tutti possono offrire lo stesso grado di affidabilità e sicurezza, pertanto la scelta deve seguire determinate indicazioni.

La prima cosa da controllare è inerente alle certificazioni che questi broker possono o non possono vantare.

L’affidabilità di un broker è stimata da alcune società di vigilanza finanziaria, come CONOB o CySEC, le quali rilasceranno le certificazioni solo ai broker che per anni dimostrato di essere assolutamente sicuri e che rispettano le direttive dell’ESMA, principale ente regolatore d’Europa.

Ovviamente i broker certificati possono offrire tutte le tutele necessarie a rendere l’attività di trading assolutamente sicura in ogni suo aspetto.

Tuttavia, i broker certificati presentano anche delle limitazioni che altri non hanno, come, ad esempio, il livello di leva finanziaria disponibile.

L’ESMA ha, infatti, fissato il livello massimo di leva finanziaria a 30:1, ma non è raro trovare broker che promettono livelli molto più alti.

Per capire il motivo di queste limitazioni va compreso come funziona la leva finanziaria e perché può essere un’arma a doppio taglio per gli utenti.

Si tratta di uno strumento che aumenta in maniera artificiale l’esposizione di un dato investimento. In questo modo, per quanto l’importo sia modesto, si riuscirà comunque ad ottenere profitti soddisfacenti.

Ovviamente il discorso vale anche al contrario. Nel caso l’investimento non vada a buon fine, si perderà molto di più del normale.

Per tutelare gli utenti meno esperti, che sovente si lasciano ingolosire da profitti veloci, si è resa necessaria questa limitazione.

Tutti i broker che non presentano limitazioni sulla leva finanziaria sono ipse facto illegali e dunque da evitare

Trading online in borsa senza truffe

Tra i broker illegali la percentuale di truffe è altissima, e le piattaforme che non sono vere e proprio truffe rimangono comunque pericolosissime, poiché vengono spesso attaccate da hackeraggi.

Per ciò che riguarda le truffe, scovarle non sarà poi così complicato, poiché tendono a seguire un iter abbastanza standardizzato.

In genere, queste non riportano alcuna notizia biografica, dimostrando poca trasparenza, cosa che per un ente finanziario è inaccettabile. Inoltre, sono ben soliti promettere profitti enormi in poco tempo, cosa a dir poco impossibile.

Il trading online può sicuramente generare dei profitti, ma né in maniera sicura né in poco tempo.

Per diventare un trader degno di questo nome sono necessarie molte conoscenze, senza contare l’esperienza imprescindibile per svolgere questa attività con cognizione di causa.

Il trading online è un settore accessibile a chiunque, ma solo chi è disposto a studiare la materia potrà davvero ottenere dei risultati.

Farlo, per giunta, non è così difficile, ma è necessario molto impegno. Spesso sono gli stessi broker regolamentati a fornire utile materiale, come guide o manuali, per imparare la borsa in maniera precisa e rigorosa.

Non è poi da sottovalutare l’utilità degli account demo, messi a disposizione dagli stessi broker.

Si tratta di un ottimo modo per fare esperienza senza rischiare denaro reale, perché si tratta semplicemente di simulazioni.

Share
- Advertisment -


Popolari

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...

Case di riposo al collasso per mancanza di personale. Cisl Fp: “La Regione si attivi, serve una regia unica”

Case di riposo della provincia di Belluno in grave difficoltà per mancanza di personale. La segnalazione arriva dalla Cisl Fp Belluno Treviso. "Gli istituti-...
Share