13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Commercio ambulante. L'onorevole De Carlo presenta un'interrogazione per chiedere il rinvio delle...

Commercio ambulante. L’onorevole De Carlo presenta un’interrogazione per chiedere il rinvio delle scadenze delle concessioni

In sostegno delle 195 mila piccole imprese che costituiscono il grande mondo del commercio ambulante, operanti in modo itinerante o con posto fisso in concessione nei mercati e nelle fiere, Fratelli d’Italia ha presentato un’interrogazione al Ministro per chiedere il rinvio della scadenza delle concessioni prevista per il 31 Dicembre 2020.

“Su sollecitazione del presidente del circolo di Fratelli d’Italia di Oderzo, la signora Marina Marchetto Aliprandi, ho provveduto ad interrogare il ministro per prevedere un rinvio nella scadenza delle concessioni. L’emergenza sanitaria ci ha condotti verso una crisi economica le cui conseguenze non possono essere ignorate. Fratelli d’Italia è da sempre contrario all’applicazione della Bolkenstein e in questo momento in particolare non può che intervenire in tutela dei commercianti che rappresentano una fetta importantissima dell’economia nazionale. E’ stato ignorato un passaggio fondamentale, con le concessioni in scadenza le attività ambulanti avranno serissime difficoltà ad accedere ai finanziamenti fino a 25.000 garantiti dallo Stato, poiché il loro futuro è già fortemente compromesso per legge. Il piccolo commercio è di per sé fortemente minacciato dalla concorrenza della grande distribuzione organizzata e dall’e-commerce, oggi più che mai dobbiamo mettere in campo tutti gli strumenti possibili per la salvaguardia delle attività nazionali”.

E’ quanto dichiara l’onorevole Luca De Carlo, capo dipartimento Agricoltura e Eccellenze Italiane di Fratelli d’Italia.

“In risposta alle istanze del territorio e dei tanti operatori del commercio su strada ho ritenuto opportuno chiedere l’intervento dell’onorevole Luca De Carlo, affinché Fratelli d’Italia portasse alla luce una problematica che rischia di restare inascoltata. Per il settore balneare nel dl Rilancio è prevista una proroga al 2033, ma il commercio sembra esser rimasto un passo indietro alla mercé dei concorrenti esteri”. Così ha concluso Marina Aliprando, storica militante di Fratelli d’Italia.

Share
- Advertisment -


Popolari

Case di riposo al collasso per mancanza di personale. Cisl Fp: “La Regione si attivi, serve una regia unica”

Case di riposo della provincia di Belluno in grave difficoltà per mancanza di personale. La segnalazione arriva dalla Cisl Fp Belluno Treviso. "Gli istituti...

Dpcm, misure Alto Adige. Bond (FI): «Lo Stato nello Stato colpisce ancora. Basta alla concorrenza sleale»

«Cosa possono fare gli inermi baristi e ristoratori di tutti quei territori bellunesi confinanti con l'Alto Adige? Niente! Di qua dal confine saranno costretti a chiudere...

Provincia di Belluno “Carbon neutral”? Europa verde non ci sta

L’iniziativa del marchio “carbon neutral” per la provincia di Belluno lascia molto perplessi i militanti di Europa Verde Belluno. "Va bene fare una fotografia delle...

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...
Share