13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Donazioni. La solidarietà dell'Associazione cinese del Veneto

Donazioni. La solidarietà dell’Associazione cinese del Veneto

La solidarietà non ha confini e la provincia di Belluno ne è consapevole. Soprattutto in periodi di difficoltà ed emergenza come quelli che tutto il mondo sta vivendo con il Covid-19.

Tra le tante opere di volontariato e sostegno economico sono sicuramente degne di nota quelle che provengono dalla comunità cinese bellunese che ha provveduto all’avvio di due distinte raccolte fondi. Nella prima, organizzata dal signor Zhan Weiqiang in collaborazione con l’associazione Cinese del Veneto, sono stati raccolti oltre 3 mila euro utilizzati per acquistare quasi 4 mila mascherine che sono state donate alla Protezione Civile di Belluno. Intanto a Domegge di Cadore la signora Ye Suli, in collaborazione con i cinesi residenti in provincia di Belluno, ha provveduto a raccogliere l’importante somma di 3050 euro donati all’ULSS 1 DOLOMITI mediante bonifico postale.

Ma non è finita qui! Nel capoluogo sono state donate 1000 mascherine e 500 contenitori di liquido igienizzante all’ULSS 1 Dolomiti di Belluno da parte di due imprenditori: Giorgio Cugini titolare della ditta Cugiva Aereomare e Lin Yang titolare della ditta I.B. Service Srl. Una donazione effettuata col cuore e con l’intento di poter aiutare medici e infermieri a fronteggiare la pandemia che ha colpito la nostra regione e nello specifico la terra Bellunese. I due imprenditori si sono subito adoperati già a partire dal mese di marzo per reperire il materiale, assicurandosi che fosse provvisto dei requisiti richiesti dalla normativa in vigore, compresa la corretta marchiatura CE. Una volta ricevuta dal fornitore la certezza della qualità del materiale, i signori Cugini e Lin hanno provveduto a contattare immediatamente il personale dell’ULSS 1 Dolomiti per stabilire il “modus operandi” da applicare per portare a termine la donazione.

Parallelamente Lin Yang, residente nel centro cittadino del capoluogo, ha ritenuto doveroso provvedere personalmente a donazioni anche a quattro case di riposo nella provincia di Belluno e all’associazione dei medici. Nello specifico sono state donate mascherine di protezione e Jenniale, un prodotto utile ad igienizzare oggetti e prodotto direttamente dall’imprenditore cinese. «Quando si è iniziato a parlare di Covid-19 già vi era la previsione che prima o poi anche in Italia sarebbero scarseggiate i DPI come le mascherine chirurgiche – commenta Lin – quindi ho provveduto immediatamente a informarmi sul come poterle importare dalla Cina. Non ci ho pensato due volte, appena ricevute le informazioni ho fatto in modo che arrivassero a Belluno il prima possibile. Abito nel capoluogo dal 1989 e sono sempre stato accolto con gentilezza, quindi questa donazione era il minimo che potessi fare».

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo Commissario per la gestione post Vaia. Scarzanella: «Soragni figura di rilievo, ora un ragionamento condiviso con le imprese»

Ugo Soragni è il nuovo Commissario delegato per l'emergenza legata alla tempesta Vaia. Già direttore dei Musei del ministero dei Beni Culturali, raccoglie il...

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...
Share