13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Green e bio. Un po' meno carta e un po' meno plastica...

Green e bio. Un po’ meno carta e un po’ meno plastica per gli eventi futuri a Belluno

Palazzo Rosso, sede dell’Amministrazione comunale di Belluno

Belluno, 5 marzo 2020  –  Incentivare le manifestazioni a basso impatto ambientale, così da tutelare l’ambiente e arricchire la promozione del territorio con un marchio green: questo l’obbiettivo del Comune di Belluno che nella giornata di ieri ha visto l’avvio del tavolo di lavoro sui “green events”.
A coordinarlo, l’assessore alle manifestazioni; tra i partecipanti, l’ufficio turismo, l’ufficio per le politiche per la sostenibilità, la Polizia Locale e la società Bellunum.
«È un tema molto sentito al giorno d’oggi, quello della sostenibilità, e riteniamo giusto che le istituzioni siano al fianco degli organizzatori per rendere meno impattanti gli eventi. – ha sottolineato l’assessore – È quindi necessario promuovere tutte le azioni possibili per coniugare la crescita economica del territorio con l’attenzione ambientale»
L’obbiettivo è quello di arrivare per l’estate a produrre delle linee guida, che verranno poi condivise con gli organizzatori dei diversi eventi, per certificare i “green events”, così come già accade nella vicina Provincia autonoma di Bolzano.

Diversi gli aspetti da analizzare, dalla comunicazione – favorendo la pubblicità digitale o stampata su carta riciclata – ai consumi energetici, fino ad arrivare ovviamente alla questione rifiuti – raccolta differenziata, uso di stoviglie riutilizzabili – e al menù, con particolare attenzione all’inserimento di prodotti locali e biologici.
«L’avvio di questo tavolo di lavoro è sicuramente un primo importante passo per la stesura delle linee guida, per la cui realizzazione l’entusiasmo è già alto. – conclude l’assessore – Il nostro obbiettivo è quello di sostenere e incrementare sempre di più gli eventi che seguono criteri di sostenibilità ambientale, sociale ed economica: ci confronteremo poi con le numerose realtà che organizzano eventi e manifestazioni per divulgare il più possibile questo messaggio, e studieremo anche dei sistemi di incentivi amministrativi ed economici per agevolare la realizzazione dei “green events” sul territorio comunale».

Share
- Advertisment -


Popolari

Elisoccorso. Azienda Zero vince il ricorso al Tar, Elifriulia condannata al pagamento delle spese processuali

Con sentenza n.102 pubblicata il 13 ottobre 2020 il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha respinto per inammissibilità e per infondatezza il ricorso promosso...

Emergenza Covid, le direttive della Prefettura

Si è tenuta ieri 19 ottobre 2020, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana...

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...
Share