13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Prima Pagina Consorzi forestali. Il Comune di Belluno “a lezione” in Lombardia

Consorzi forestali. Il Comune di Belluno “a lezione” in Lombardia

Una visita “sul campo” per studiare e vedere da vicino i consorzi forestali della Lombardia: questo l’obbiettivo della visita a Valvestino, nel Bresciano, che ha visto partecipare all’incontro organizzato da Coldiretti Belluno rappresentanti dei Comuni di Belluno, Ponte nelle Alpi e Alpago, oltre ai rappresentanti delle Regole di Chies d’Alpago e dell’associazione Belluno Alpina. Per il Comune di Belluno erano presenti gli assessori ai lavori pubblici, allo sport e all’ambiente.

«La Regione Lombardia ha 24 consorzi forestali, nati grazie a una legge regionale che li ha istituiti e regolamentati, – spiega l’assessore ai lavori pubblici – e svolgono un ottimo lavoro di manutenzione del territorio boschivo, e non solo. Abbiamo voluto partecipare a questo incontro proprio per vedere da vicino le buone pratiche messe in atto da queste realtà da oltre 30 anni».
All’incontro di Valvestino, oltre al locale consorzio forestale, per i partecipanti c’è stata l’opportunità di conoscere anche i consorzi di Edolo e dell’Alta Val Camonica: «Sono stati esempi molto interessanti, soprattutto per la loro forma giuridica: si passa da consorzi totalmente privati a quelli misti pubblico-privati, fino a realtà interamente pubbliche come quella della Val Camonica, costituita da ben sette comuni. – evidenzia ancora l’assessore – Sono enti che si occupano di manutenzione del territorio boschivo, ma svolgono anche attività di tipo turistico, culturale e di promozione: una soluzione che si potrebbe rivelare interessante per alcune aree del capoluogo, in primis il Nevegal».

La forma del consorzio sarà oggetto di studio da parte degli uffici comunali: «Nel 2018 è stato emanato il testo unico in materia di foreste e filiere forestali che prevede che “le regioni promuovano l’associazionismo fondiario e la costituzione e partecipazione ai consorzi forestali”. – spiega il rappresentante del capoluogo – La Lombardia ha già deliberato in questo senso, e vogliamo studiare quale sia la normativa in Veneto. È particolarmente interessante, poi, capire si muovono i consorzi misti pubblico-privati, con possibili particolari forme di snellimento amministrativo: è una situazione da approfondire, serve capire se dipende dalla legislazione regionale o da altre norme. Una realtà che può agire in maniera più agile e snella rispetto al solo ente pubblico diventerebbe certamente un’arma importante per la tutela, conservazione e promozione del territorio».

«Questo incontro di approfondimento è solo uno dei tanti passi che il tavolo antispopolamento, coordinato dal Comune di Belluno e che dal progetto Ronce 2020 dell’associazione Belluno Alpina ha preso spunto coinvolgendo altri enti e associazioni del territorio. – conclude l’assessore – Vogliamo quindi studiare e “copiare” le buone pratiche e le buone politiche per le aree in difficoltà messe in pratica dalle altre realtà simili alla nostra per poi applicarle all’area di Ronce, Piandelmonte, Tassei e Nevegal».

Share
- Advertisment -


Popolari

Elisoccorso. Azienda Zero vince il ricorso al Tar, Elifriulia condannata al pagamento delle spese processuali

Con sentenza n.102 pubblicata il 13 ottobre 2020 il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha respinto per inammissibilità e per infondatezza il ricorso promosso...

Emergenza Covid, le direttive della Prefettura

Si è tenuta ieri 19 ottobre 2020, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana...

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...
Share