13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Vincoli paesaggistici: il Tavolo tecnico riunito a Longarone vara la linea dei...

Vincoli paesaggistici: il Tavolo tecnico riunito a Longarone vara la linea dei ricorsi

Longarone, 23 dicembre 2019  –  Provincia, Regione e Comuni ricorreranno contro i vincoli paesaggistici su Auronzo e sul Comelico. Percorsi diversi, ma condivisi. È la linea uscita dal tavolo tecnico, riunitosi oggi pomeriggio a Longarone.

Presenti il presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin (con il consigliere delegato Massimo Bortoluzzi), la Regione Veneto con i suoi consulenti legali e i sindaci dei Comuni interessati dalla dichiarazione di notevole interesse ambientale e paesaggistico, con il loro avvocato.

«Abbiamo deciso di andare avanti con più ricorsi, separati ma condivisi. Il testo base sarà lo stesso, poi ognuno dei soggetti in campo procederà per quanto di sua competenza – spiega il consigliere Bortoluzzi -. In questo modo potremo portare al Tar diverse sfaccettature delle conseguenze dei vincoli. Che, va detto, sono un grande problema. Lo ha spiegato molto bene anche oggi il sindaco di Comelico Superiore quando ha ricordato come ci siano già pratiche burocratiche bloccate negli uffici comunali a causa dei vincoli, che quindi entrano nel dettaglio e creano difficoltà ai cittadini e alle imprese. È proprio per questo che dobbiamo ricorrere al Tar».

Il consigliere Bortoluzzi ha lanciato anche la proposta di un atto di indirizzo politico da mandare in tutti i consigli comunali. «Lo preparerà la Provincia, che lo approverà per prima. Non escludo l’ipotesi di un consiglio provinciale straordinario in Comelico, per dare risalto a questa battaglia e dimostrare vicinanza al territorio».

«Il passaggio di oggi è fondamentale perché abbiamo condiviso un percorso comune per il bene del nostro territorio – afferma il presidente della Provincia, Roberto Padrin -. Poter gestire in maniera autonoma il nostro territorio è una delle carte che ci possono dare una mano a contrastare lo spopolamento. Per cui credo che la partita dei vincoli rappresenti un aspetto fondamentale nel percorso dell’auto governo del Bellunese, il cui primo tassello potrebbe essere proprio quello di tenerci a Belluno le competenze relative alla Soprintendenza».

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share