13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 9, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti La ferrovia delle Dolomiti. Sabato a Mel l'inaugurazione della mostra fotografica

La ferrovia delle Dolomiti. Sabato a Mel l’inaugurazione della mostra fotografica

Sarà inaugurata sabato 14 dicembre 2019 alle ore 10.00 Palazzo delle Contesse di Mel la mostra fotografica “La Ferrovia delle Dolomiti”.

Palazzo delle Contesse a Mel (Belluno)

Oltre 100 pannelli raccontano la storia della ferrovia di montagna a scartamento ridotto in funzione dal 1921 al 1964. Per oltre un quarantennio la Ferrovia delle Dolomiti ha costituito il principale mezzo di comunicazione tra il Cadore, Cortina e la Pusteria. Dal 1921 i sessantacinque chilometri di binari a scartamento ridotto videro transitare in ogni stagione soldati, prigionieri, operai, studenti, turisti, rappresentati della politica, della TV e persino regnanti con
il loro entourage.

Una tratta ferroviaria fondamentale per il territorio raccontata da immagini, documenti e notizie che Evaldo Gaspari, da sempre appassionato cultore della materia, ha raccolto in decenni di meticoloso lavoro, arrivando a tratteggiare con dovizia di particolari un quadro socio-culturale e ambientale dell’epoca.
Indubbiamente il trenino ha sempre avuto un fascino particolare.
La mostra, ad ingresso libero, è stata organizzata dalla Polisportiva Feltrese in collaborazione con AICS Belluno, il patrocinio del Comune di Borgo Valbelluna sarà visitabile da sabato 14 dicembre 2019 a domenica 12 gennaio 2020 con i seguenti orari:

venerdì dalle ore 16.00 alle ore 18.00;

sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Share
- Advertisment -

Popolari

Comuni e Recovery Plan. Massaro: «Cambiare le regole o non riusciremo a spendere nulla»

Incontro questa mattina tra i vertici dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e il Ministro alla Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta; al centro del confronto, il Recovery...

Festa della Donna e Sex Work: 120.000 donne non sono tutelate in Italia. Pia Covre: “Nessuna donna è colpevole o vittima perché sex worker”

8 marzo 2021 – In Italia si contano almeno 120.000 sex worker e circa 20 milioni di clienti annui. Solo nella dimensione online Escort...

Lupo. Bortoluzzi: «Presenza sempre più vicina alle case, serve un piano di gestione diverso»

«Per la tutela della piccola agricoltura di montagna, degli hobbisti dell’allevamento e anche in ottica di mantenimento del territorio serve un piano di gestione...

Una maxi coperta ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per dire no alla violenza sulle donne

L’associazione UP – I Sogni fuori dal cassetto porta sulle Dolomiti “Viva Vittoria”: progetto d’arte relazionale, già sperimentato in numerose piazze italiane, coinvolgerà numerose...
Share