13.9 C
Belluno
sabato, Aprile 17, 2021
Home Prima Pagina Imu, Tasi, scadenza pagamento saldo lunedì 16 dicembre. Belluno, aliquote e detrazioni...

Imu, Tasi, scadenza pagamento saldo lunedì 16 dicembre. Belluno, aliquote e detrazioni invariate

Lunedì 16 dicembre scade il termine per il pagamento del saldo di IMU e TASI.
L’Uffici Tributi del Comune di Belluno è a disposizione dei contribuenti per assistere e informare sul pagamento, anche mediante un servizio gratuito su appuntamento, con la stampa dei prospetti e modelli F24.

Il Consiglio comunale nella seduta del 20/12/2018 ha confermato tutte le aliquote, detrazioni e la disciplina regolamentare Tasi e Imu, come approvate per il 2018:
– abolizione della TASI sulle abitazioni principali (anche a esse assimilate),e relative pertinenze ammesse, con esclusione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1 – A/8 – A/9;
– abolizione della quota TASI a carico del detentore/occupante, purché nell’alloggio destinato ad abitazione principale (comprese le pertinenze ammesse) vi risieda con il proprio nucleo familiare e ne abbia stabilito la
dimora abituale. Restano escluse le categorie catastali A/1 – A/8 – A/9;
– riduzione del 50 % della base imponibile, sia ai fini IMU che TASI, delle abitazioni e relative pertinenze ammesse, concesse in comodato tra parenti in linea retta di primo grado (genitore/figlio o figlio/genitore) nel rispetto di tutte le seguente condizioni:
a) il contratto di comodato, sia scritto che verbale, deve obbligatoriamente essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate;
b) l’unità immobiliare deve essere utilizzata dal comodatario (occupante) come propria abitazione principale;
c) il comodante (proprietario, usufruttuario, ecc) deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situata l’abitazione concessa in comodato; pertanto sia il comodante che il comodatario devono essere residenti in Comune di Belluno;
d) l’agevolazione si applica a condizione che il comodante (proprietario, usufruttuario, ecc) non possieda altri immobili in Italia, oltre a quello concesso in comodato, salvo possedere in Comune di Belluno, la propria abitazione principale, purché non censita nelle categorie catastali A/1 – A/8 – A/9;
– riduzione del 25% delle imposte IMU e TASI dovute per gli immobili a uso
abitativo locati a canone concordato ai sensi dell’art. 2 comma 3 della Legge 9/12/1998 n. 431.

NON è previsto l’invio dei modelli precompilati di pagamento, pertanto il versamento IMU/TASI 2019 deve avvenire in AUTOLIQUIDAZIONE da parte del contribuente.
On-line sul sito del Comune di Belluno www.comune.belluno.it, alla voce “IUC 2019 (IMU/TASI/TARI)” sono disponibili:

• le delibere consiliari delle aliquote e detrazioni Imu/Tasi 2018 (confermate per il 2019) e dei rispettivi regolamenti;
• la Guida UNIFICATA Imu/Tasi 2019, che espone le aliquote invariate per le diverse fattispecie imponibili, con le riduzioni previste dalla Legge di Stabilità 2016;
• i 3 Moduli per calcolare: solo il saldo IMU, solo il saldo TASI o insieme i saldi IMU/TASI 2019 (con stampa di un unico F24), nonché le imposte annue nel caso di regolarizzazione (con ravvedimento) dell’omesso/parziale versamento in acconto 2019.

I versamenti vanno effettuati (senza commissioni) presso gli sportelli bancari o postali utilizzando il modello F24.

Per i residenti all’estero, nel caso in cui non sia possibile utilizzare il
modello F24, è possibile effettuare un bonifico a:
UNICREDIT BANCA SPA – Servizio di Tesoreria – Codice IBAN: IT81 J 02008 11910 000003465348 – codice BIC UNCRITM1D39 – intestato al Comune di Belluno.
Il Comune ha organizzato e avviato anche quest’anno apposito servizio di assistenza fiscale, a titolo gratuito e su appuntamento, per il periodo da lunedì 26 novembre a mercoledì 18 dicembre, con uno sportello, anche telefonico e telematico (via email), sulle modalità di calcolo e versamento delle due imposte (Tasi/Imu), con stampa dei relativi prospetti e modelli di pagamento F24.

Per conoscere l’importo dovuto è possibile procedere nei seguenti modi:
• autonomamente, utilizzando il link per il calcolo che si trova nella pagina raggiungibile dalla homepage del sito Internet istituzionale alla voce “IUC 2019 (IMU/TASI/TARI)”;
• prenotando gratuitamente un appuntamento con l’ufficio Tributi. Gli appuntamenti possono essere fissati sia chiamando lo Sportello dei Cittadini al numero 0437 913222 (dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00 e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00), oppure direttamente l’Ufficio Tributi ai numeri 0437 913491 o 913424, il martedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30.

ATTENZIONE – NOVITA’ IMU – TASI PER I CONTRIBUENTI
Con la conversione in Legge n. 58/2019 del D.L. n. 34/2019 (Decreto Crescita) sono state introdotte le seguenti novità riguardo alla dichiarazione IMU (Tasi) ministeriale:
1) il termine di presentazione della dichiarazione è posticipato dal 30 giugno al 31 dicembre 2019;
2) slitta al 31 dicembre 2019 anche il termine per adempiere al tardivo versamento IMU, per l’anno 2018, la cui scadenza è legata a quella della dichiarazione d’imposta, adottando il ravvedimento operoso;
3) soppressione dell’obbligo di presentazione della dichiarazione IMU nei seguenti casi:
– abitazioni concesse in comodato d’uso a parenti di primo grado, per le quali è prevista una riduzione della base imponibile IMU al 50%;
– immobili locati a canone concordato per i quali è prevista una riduzione della base imponibile IMU nella misura del 25%.
Per le agevolazioni relative alle aliquote, previste dal regolamento comunale, permane comunque l’obbligo di presentare la comunicazione IMU-TASI per potere usufruire dell’aliquota agevolata.

Per chi non ha versato l’acconto:

Si ricorda che il 17 giugno scorso è scaduto il termine di pagamento degli acconti IMU e TASI 2019. Chi non avesse ancora provveduto può regolarizzare l’omesso/parziale versamento delle imposte ricorrendo al ravvedimento operoso, ovvero versando il tributo dovuto, gli interessi e le sanzioni ridotte previste dalla legge.
Per ogni chiarimento il Servizio Tributi è a disposizione. In mancanza di regolarizzazione spontanea da parte del contribuente, o di riscontro ai solleciti inviati, si dovrà procedere alla riscossione coattiva con l’applicazione delle sanzioni, interessi e spese dovuti per legge.

Share
- Advertisment -

Popolari

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...

Sopralluogo al lago di Centro Cadore. La Provincia studia un intervento di pulizia simile a quello avviato a Santa Croce. Bortoluzzi: «Fondamentale per la...

La Provincia di Belluno sta studiando un intervento di pulizia del lago di Centro Cadore, simile a quello avviato qualche settimana fa a Santa...

Restaurate tre cornici dell’Ottocento del patrimonio artistico del San Martino, grazie al Centro Consorzi di Sedico

Belluno, 16 aprile 2021 - Sono state riportate al loro splendore tre cornici storiche, che racchiudono dipinti dell’ottocento del patrimonio artistico dell'ospedale "San Martino"...

La storia di 4 partigiane. Berton (Confindustria): “Donne e libertà, esempi per non dimenticare”

Una iniziativa di Confindustria Belluno e Isbrec a 76 anni dalla Liberazione. Lunedì 19 aprile la presentazione del libro "La casa in montagna" con...
Share