13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Prima Pagina Imu, Tasi, scadenza pagamento saldo lunedì 16 dicembre. Belluno, aliquote e detrazioni...

Imu, Tasi, scadenza pagamento saldo lunedì 16 dicembre. Belluno, aliquote e detrazioni invariate

Lunedì 16 dicembre scade il termine per il pagamento del saldo di IMU e TASI.
L’Uffici Tributi del Comune di Belluno è a disposizione dei contribuenti per assistere e informare sul pagamento, anche mediante un servizio gratuito su appuntamento, con la stampa dei prospetti e modelli F24.

Il Consiglio comunale nella seduta del 20/12/2018 ha confermato tutte le aliquote, detrazioni e la disciplina regolamentare Tasi e Imu, come approvate per il 2018:
– abolizione della TASI sulle abitazioni principali (anche a esse assimilate),e relative pertinenze ammesse, con esclusione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1 – A/8 – A/9;
– abolizione della quota TASI a carico del detentore/occupante, purché nell’alloggio destinato ad abitazione principale (comprese le pertinenze ammesse) vi risieda con il proprio nucleo familiare e ne abbia stabilito la
dimora abituale. Restano escluse le categorie catastali A/1 – A/8 – A/9;
– riduzione del 50 % della base imponibile, sia ai fini IMU che TASI, delle abitazioni e relative pertinenze ammesse, concesse in comodato tra parenti in linea retta di primo grado (genitore/figlio o figlio/genitore) nel rispetto di tutte le seguente condizioni:
a) il contratto di comodato, sia scritto che verbale, deve obbligatoriamente essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate;
b) l’unità immobiliare deve essere utilizzata dal comodatario (occupante) come propria abitazione principale;
c) il comodante (proprietario, usufruttuario, ecc) deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situata l’abitazione concessa in comodato; pertanto sia il comodante che il comodatario devono essere residenti in Comune di Belluno;
d) l’agevolazione si applica a condizione che il comodante (proprietario, usufruttuario, ecc) non possieda altri immobili in Italia, oltre a quello concesso in comodato, salvo possedere in Comune di Belluno, la propria abitazione principale, purché non censita nelle categorie catastali A/1 – A/8 – A/9;
– riduzione del 25% delle imposte IMU e TASI dovute per gli immobili a uso
abitativo locati a canone concordato ai sensi dell’art. 2 comma 3 della Legge 9/12/1998 n. 431.

NON è previsto l’invio dei modelli precompilati di pagamento, pertanto il versamento IMU/TASI 2019 deve avvenire in AUTOLIQUIDAZIONE da parte del contribuente.
On-line sul sito del Comune di Belluno www.comune.belluno.it, alla voce “IUC 2019 (IMU/TASI/TARI)” sono disponibili:

• le delibere consiliari delle aliquote e detrazioni Imu/Tasi 2018 (confermate per il 2019) e dei rispettivi regolamenti;
• la Guida UNIFICATA Imu/Tasi 2019, che espone le aliquote invariate per le diverse fattispecie imponibili, con le riduzioni previste dalla Legge di Stabilità 2016;
• i 3 Moduli per calcolare: solo il saldo IMU, solo il saldo TASI o insieme i saldi IMU/TASI 2019 (con stampa di un unico F24), nonché le imposte annue nel caso di regolarizzazione (con ravvedimento) dell’omesso/parziale versamento in acconto 2019.

I versamenti vanno effettuati (senza commissioni) presso gli sportelli bancari o postali utilizzando il modello F24.

Per i residenti all’estero, nel caso in cui non sia possibile utilizzare il
modello F24, è possibile effettuare un bonifico a:
UNICREDIT BANCA SPA – Servizio di Tesoreria – Codice IBAN: IT81 J 02008 11910 000003465348 – codice BIC UNCRITM1D39 – intestato al Comune di Belluno.
Il Comune ha organizzato e avviato anche quest’anno apposito servizio di assistenza fiscale, a titolo gratuito e su appuntamento, per il periodo da lunedì 26 novembre a mercoledì 18 dicembre, con uno sportello, anche telefonico e telematico (via email), sulle modalità di calcolo e versamento delle due imposte (Tasi/Imu), con stampa dei relativi prospetti e modelli di pagamento F24.

Per conoscere l’importo dovuto è possibile procedere nei seguenti modi:
• autonomamente, utilizzando il link per il calcolo che si trova nella pagina raggiungibile dalla homepage del sito Internet istituzionale alla voce “IUC 2019 (IMU/TASI/TARI)”;
• prenotando gratuitamente un appuntamento con l’ufficio Tributi. Gli appuntamenti possono essere fissati sia chiamando lo Sportello dei Cittadini al numero 0437 913222 (dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00 e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00), oppure direttamente l’Ufficio Tributi ai numeri 0437 913491 o 913424, il martedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30.

ATTENZIONE – NOVITA’ IMU – TASI PER I CONTRIBUENTI
Con la conversione in Legge n. 58/2019 del D.L. n. 34/2019 (Decreto Crescita) sono state introdotte le seguenti novità riguardo alla dichiarazione IMU (Tasi) ministeriale:
1) il termine di presentazione della dichiarazione è posticipato dal 30 giugno al 31 dicembre 2019;
2) slitta al 31 dicembre 2019 anche il termine per adempiere al tardivo versamento IMU, per l’anno 2018, la cui scadenza è legata a quella della dichiarazione d’imposta, adottando il ravvedimento operoso;
3) soppressione dell’obbligo di presentazione della dichiarazione IMU nei seguenti casi:
– abitazioni concesse in comodato d’uso a parenti di primo grado, per le quali è prevista una riduzione della base imponibile IMU al 50%;
– immobili locati a canone concordato per i quali è prevista una riduzione della base imponibile IMU nella misura del 25%.
Per le agevolazioni relative alle aliquote, previste dal regolamento comunale, permane comunque l’obbligo di presentare la comunicazione IMU-TASI per potere usufruire dell’aliquota agevolata.

Per chi non ha versato l’acconto:

Si ricorda che il 17 giugno scorso è scaduto il termine di pagamento degli acconti IMU e TASI 2019. Chi non avesse ancora provveduto può regolarizzare l’omesso/parziale versamento delle imposte ricorrendo al ravvedimento operoso, ovvero versando il tributo dovuto, gli interessi e le sanzioni ridotte previste dalla legge.
Per ogni chiarimento il Servizio Tributi è a disposizione. In mancanza di regolarizzazione spontanea da parte del contribuente, o di riscontro ai solleciti inviati, si dovrà procedere alla riscossione coattiva con l’applicazione delle sanzioni, interessi e spese dovuti per legge.

Share
- Advertisment -

Popolari

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...

Da lunedì il Veneto torna arancione. Ecco le regole

"Il Veneto in zona arancione da lunedì 8 marzo. Ma le scuole non chiuderanno". Lo ha anticipato nella conferenza stampa in diretta su Facebook...

Acc, Ex-Embraco. Nobis (Fim-Cisl): concretizzare subito progetto Italcomp, a rischio 750 famiglie

Questa mattina i lavoratori della ACC di Mel (Belluno) sono in presidio davanti ai cancelli dell'azienda, una prima azione di mobilitazione – dice il segretario...
Share