13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 9, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Donazione al Comune di Belluno del ritratto di Rosemarie De Rive

Donazione al Comune di Belluno del ritratto di Rosemarie De Rive

Il quadro è appartenuto a Primina Fullin, originaria di Tambre e scomparsa a fine estate del 2019. Le era stato lasciato in eredità dalla sua amica Rosemarie De Rive (1932-1981), il cui nome compare nella dedica, morta prematuramente di malattia a meno di cinquant’anni.

Rosemarie De Rive

Rosemarie De Rive era un’apprezzata cantante lirica tedesca (mezzosoprano, cantò nel Rigoletto alla Scala nel 1964 e poi a Parma nel 1965, quindi a Trieste e Genova e ancora alla Scala nel 1974) e la sua casa milanese, situata a due passi dal Conservatorio, era spesso frequentata da personalità della cultura e dello spettacolo. Fra di esse era anche Dino Buzzati, il quale, in occasione del suo 37° compleanno, le regalò questo quadro.

La dedica riporta la data del 21 ottobre 1969, per cui il quadro è probabilmente stato dipinto poco prima di tale scadenza.

Il quadro è rimasto nella casa di Rosemarie fino alla sua morte, dopo di che ha trovato collocazione nella casa di Milano di Primina Fullin. Non risulta sia mai stato esposto, né pubblicato. Molto probabilmente nemmeno la moglie Almerina ne era a conoscenza.

Rosemarie fece dono del quadro a Primina Fullin in virtù del fatto che, come Buzzati, era originaria della provincia di Belluno.

Share
- Advertisment -

Popolari

Comuni e Recovery Plan. Massaro: «Cambiare le regole o non riusciremo a spendere nulla»

Incontro questa mattina tra i vertici dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e il Ministro alla Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta; al centro del confronto, il Recovery...

Festa della Donna e Sex Work: 120.000 donne non sono tutelate in Italia. Pia Covre: “Nessuna donna è colpevole o vittima perché sex worker”

8 marzo 2021 – In Italia si contano almeno 120.000 sex worker e circa 20 milioni di clienti annui. Solo nella dimensione online Escort...

Lupo. Bortoluzzi: «Presenza sempre più vicina alle case, serve un piano di gestione diverso»

«Per la tutela della piccola agricoltura di montagna, degli hobbisti dell’allevamento e anche in ottica di mantenimento del territorio serve un piano di gestione...

Una maxi coperta ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per dire no alla violenza sulle donne

L’associazione UP – I Sogni fuori dal cassetto porta sulle Dolomiti “Viva Vittoria”: progetto d’arte relazionale, già sperimentato in numerose piazze italiane, coinvolgerà numerose...
Share