13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 17, 2021
Home Cronaca/Politica La gratitudine di tutta la collettività a Umberto Fiabane, Premio San Martino...

La gratitudine di tutta la collettività a Umberto Fiabane, Premio San Martino 2019

Umberto Fiabane, Premio San Martino 2019

Belluno, 11 novembre 2019  –  Umberto Fiabane, filantropo bellunese, è stato insignito del Premio San Martino 2019. La cerimonia ufficiale si è tenuta questa mattina al Teatro comunale di Belluno gremito di pubblico. A consegnare il riconoscimento della Città di Belluno il sindaco Jacopo Massaro e il presidente del consiglio comunale Francesco Rasera Berna.

“Quest’anno – ha sottolineato Rasera Berna – , fra i nominativi indicati dai nostri concittadini la conferenza dei capigruppo, con una unanimità tutt’altro che formale, ha deciso di attribuire il premio al signor Umberto Fiabane. E a dire la verità, il vero cruccio dei colleghi non è stata tanto la scelta in sé quanto piuttosto il timore che un premio essenzialmente pubblico potesse in qualche modo turbare una persona che in tanti anni ha sempre voluto operare con la massima riservatezza e senza ambire ad apparire”.

Francesco Rasera Berna

“Tuttavia – ha proseguito il presidente del consiglio comunale – questo modo di agire e la persona che se ne è fatta concretamente interprete non poteva che essere inteso come perfettamente rispondente allo spirito del premio che dunque non poteva mancare, pena la negazione delle sue stesse premesse. E la discrezione è oggi sicuramente – in tempi di sfacciata ostentazione di qualsiasi cosa – un valore aggiunto. Umberto Fiabane, operoso e lungimirante imprenditore bellunese, tornato nella sua città si è impegnato in una attività che non possiamo che definire con termine quasi desueto davvero filantropica, intervenendo a favore dei luoghi di aggregazione dei più piccoli concittadini, intervenendo a favore della sanità bellunese dotando l’ospedale cittadino – ed espressamente questo – di macchinari importantissimi ed all’avanguardia”.

“A me piace pensare  – ha detto ancora Francesco Rasera Berna – che invece queste opere stiano ad affermare che esiste una società che si interroga sui bisogni di tutti e insegue l’utopia di dare a ciascuno, al di là delle sue possibilità, secondo i suoi bisogni fondamentali. E questa prospettiva sempre più deve basarsi sulla capacità di pubblico e privato (inteso come singoli e come gruppi) di interagire, di lavorare insieme, superando gelosie e burocratismi che spesso nascondono una vera e propria alterigia di parte della pubblica pubblica amministrazione e che nulla ha a che fare con il rispetto delle regole, che devono invece essere osservate. E questo interroga anche noi come Comune, sappiamo che spesso la volontà fattiva e concreta dì tanti si scontra con lacci e laccioli che l’autoreferenzialità di certa burocrazia non solo non supera ma anzi enfatizza”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Contributi per 500mila euro dalla Provincia per gli impianti di risalita

Nelle prossime settimane saranno erogati i contributi economici agli impianti di risalita. Una manovra da 500mila euro varata dalla Provincia nel dicembre scorso e...

Antonio Bortoli eletto presidente dell’Associazione Arianna Il Filo della Solidarietà di Feltre

Antonio Bortoli è stato eletto alla presidenza dell'Associazione Arianna Il Filo della Solidarietà di Feltre. Sarà coadiuvato da Luca Pioggia Todoerto come vicepresidente, dal...

Avevo 16 anni. Documentario sulla Notte di Santa Marina. Venerdì e sabato a Feltre

Venerdì 18 e sabato 19 giugno 2021, nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli a Feltre si terrà la serata dal titolo "Avevo 16...

Presentato il Documento di economia e finanza regionale DEFR 2022-2024

Venezia, 17 giugno 2021 - L’assessore regionale alla Programmazione, Attuazione del Programma e Bilancio, Francesco Calzavara, anche a nome del presidente Luca Zaia, ha illustrato...
Share