13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 11, 2021
Home Prima Pagina Diffamazione sui social. Cassazione: nessuna condanna se non c'è la verifica dell'indirizzo...

Diffamazione sui social. Cassazione: nessuna condanna se non c’è la verifica dell’indirizzo Ip

In caso di diffamazione a mezzo Facebook, ai fini della pronuncia della sentenza di condanna, è richiesto come elemento imprescindibile la verifica dell’indirizzo IP (Internet Protocol Address).
Lo ha stabilito la Quinta Sezione della Corte di Cassazione con sentenza n. 5352 del 5 febbraio 2018 rafforzando così l’orientamento già esesso in precedenti sentenze laddove statuiva che la mancata verifica da parte dell’autorità giudiziaria dell’indirizzo IP riconducibile al profilo Facebook accusato di diffamazione, non consente di procedere con certezza all’attribuzione della responsabilità per il reato di diffamazione ex art. 595, III co. Cmma del Codice penale. Mancando tale accertamento, infatti, secondo i giudici non si può escludere l’utilizzo abusivo di terzi del nickname del presunto autore del reato, né è possibile verificare tempi e orari della connessione.

Per quanto riguarda la corretta acquisizione forense del materiale diffamatorio presente su Facebook, inoltre, la semplice stampa su carta delle conversazioni Facebook non è ritenuta una prova sufficiente.
Se invece le offese non sono state postate su un gruppo pubblico, ma sono state scritte in una chat privata non si configura l’ipotesi di reato di diffamazione, ma quello di ingiuria, un reato depenalizzato dal Decreto lgs 8/2016.
In conclusione, l’accertamento dell’indirizzo IP privato e quello pubblico ad esso collegato, consente l’identificazione certa dell’autore del reato, che rischia una sanzione dai 100 a 8 mila euro per le offese private. E il carcere da 6 mesi a 3 anni e una multa non inferiore ai 516 euro per quelle pubbliche.

Share
- Advertisment -

Popolari

Dal 16 al 22 aprile statale chiusa a Gravazze per realizzazione sottopasso ciclabile

Santa Giustina - Inizieranno il 16 aprile i lavori per la realizzazione di un sottopasso ciclabile in località Gravazze, all’interno dell’importante opera inserita come...

Borgo Valbelluna: 31^ edizione del concorso letterario nazionale “Trichiana Paese del Libro”

L’Amministrazione comunale di Borgo Valbelluna ha reso pubblico il bando della 31^ edizione del Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, concorso per racconti...

La figura dell’OSSS, Operatore Socio Sanitario Specializzato, a metà tra OSS e infermiere * di Andrea Fiocco

Si fa sempre più pressante la richiesta da parte delle RSA di avviare la formazione dei cosiddetti OSS Specializzati o con formazione complementare, gli...

Il sentiero Italia Cai, oltre 7mila chilometri in 20 regioni. Martedì in edicola lo speciale di Meridiani montagne

Milano, 9 aprile 2021 - Uno Speciale di Meridiani Montagne in uscita martedì prossimo celebra, in anteprima, la nascita del Sentiero Italia CAI. Una storia italiana...
Share