13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 19, 2021
Home Cronaca/Politica “Giornata del lavoro agile” a Bologna. Massaro: «Rendere smart la pubblica amministrazione»

“Giornata del lavoro agile” a Bologna. Massaro: «Rendere smart la pubblica amministrazione»

Jacopo Massaro, sindaco di Belluno

Si è tenuta oggi a Bologna la prima “Giornata del lavoro agile”, dedicata all’approfondimento del mondo dello smart working, organizzata dal Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Città Metropolitana di Bologna e Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Tra i relatori della tavola rotonda, anche il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, Presidente della Commissione Pubblica amministrazione, personale e relazioni sindacali dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.
«In un mondo sempre più connesso e dove il lavoro, oltre all’aspetto economico, deve guardare anche al rispetto ambientale e alla qualità della vita dei lavoratori, la vera sfida è quella di rendere “smart” la pubblica amministrazione, storicamente ingessata. – spiega Massaro – Le città medie, e non solo i grandi centri, devono guidare questo processo, mettendo a disposizione un sistema di servizi, come le connessioni veloci e di welfare, come gli asili nido, adatto alle esigenze dei lavoratori e delle aziende».

Sono molteplici gli aspetti positivi di questo sistema: «La produttività è più alta del 15% e l’assenteismo minore, in presenza di smart working. – evidenzia Massaro – Inoltre, permette una qualità della vita migliore per i lavoratori, con una miglior conciliazioni dei tempi di vita e di lavoro, e un minor impatto ambientale, limitando al necessario gli spostamenti per ragioni lavorative: le statistiche che comparano i consumi energetici e la produzione di sostanze inquinanti come polveri sottili o CO2 premiano infatti la soluzione dello smart working rispetto al sistema tradizionale».

Smart working non è il telelavoro, o il semplice “lavoro da casa”: «C’è anche ad esempio il co-working, un sistema che a Belluno abbiamo inaugurato con il Distretto Creativo di Via Mezzaterra. – sottolinea il sindaco – Noi abbiamo puntato ai liberi professionisti, l’obbiettivo è quello di portare questa metodologia nelle aziende private, che già stanno sperimentando alcune formule in questo senso».

La vera sfida, come detto, riguarda però la pubblica amministrazione: «Negli anni si sono susseguite leggi che hanno irrigidito ulteriormente un sistema già ingessato. – conclude Massaro – Il quadro normativo frena l’inserimento di modelli organizzativi innovativi, e questo è uno scoglio sicuramente da superare. I comuni italiani forniscono il 90% dei servizi ai cittadini con solo il 7,8% delle risorse della spesa pubblica, e questo dimostra l’efficienza e l’efficacia di questi enti: è quindi fondamentale incentivare, puntare e investire sullo smart working anche nei comuni medi e piccoli, un’opportunità per rendere più moderna la pubblica amministrazione per migliorarne la produttività e per proporre un approccio diverso, nuovo ed efficace alla vita di lavoro e di comunità. Sarà fondamentale il ruolo dei comuni anche nello smart working delle aziende private: è necessario riorientare le politiche della mobilità e delle infrastrutture essenziali così che il welfare cittadino, le reti wi-fi, le infrastrutture essenziali siano studiate e idonee all’applicazione di questo sistema nelle nostre città».

Share
- Advertisment -

Popolari

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...

VisitFeltre. Immagini e testo nella commedia: La giustizia di Traino.

Dialogo con Monica Centanni, giovedì 22 aprile 2021 ore 20.45 Una delle tensioni che attraversa la Commedia è la relazione tra immagine e parola, tra...

Gettati nella spazzatura. Le guardie zoofile dell’Oipa Verona salvano 30 piccoli uccelli. Chi ha visto ci contatti

Qualcuno ha deciso di fare piazza pulita dei nidi forse ignaro di commettere un reato punito dal Codice penale Due sacchi gettati in un cassonetto...
Share