13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 9, 2021
Home Pausa Caffè Sabato 12 ottobre visite gratuite di prevenzione con Cisl e Sani.in.Veneto. Postazione...

Sabato 12 ottobre visite gratuite di prevenzione con Cisl e Sani.in.Veneto. Postazione mobile per lo screening cardiologico alla “24 Ore di San Martino”

La Cisl porta la prevenzione cardiologica alla 46esima edizione della “24 Ore di San Martino”, la gara sull’ora più antica d’Italia che si svolgerà sabato 12 e domenica 13 ottobre a Belluno. La Cisl Belluno Treviso non solo parteciperà con una propria squadra a quello che rappresenta uno degli appuntamenti sportivi e sociali più importanti della provincia di Belluno, ma sarà presente con un camper sanitario appositamente allestito per offrire la possibilità a tutti i cittadini di sottoporsi ad uno screening cardiologico gratuito.

Cesconetto Daniele vincitore della 24 Ore di San Martino 2014

L’iniziativa nasce grazie alla collaborazione con SANI.IN.VENETO, il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dipendenti delle imprese artigiane del Veneto. Sabato dalle 13 alle 19 all’esterno dello stadio di Belluno sarà operativa una unità mobile dove sarà possibile effettuare gratuitamente con due medici specializzati una visita cardiologica di prevenzione con elettrocardiogramma e rilascio di eventuale idoneità sportiva.

“La Cisl – spiega Bruno Deola dello staff di Segreteria della Cisl Belluno Treviso – sostiene convintamente queste forme di welfare sanitario frutto della contrattazione sindacale e che vanno ad affiancare e integrare la sanità pubblica, rappresentando un’opportunità importante per i lavoratori, sia per la cura che per la prevenzione”.

SANI.IN.VENETO è il fondo regionale costituito nel 2013 da Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani, Cgil, Cisl, Uil del Veneto che attualmente conta più di 137.000 mila iscritti di cui 5.500 in provincia di Belluno. Vi possono accedere i dipendenti delle imprese artigiane e i loro familiari, nonché titolari, soci e collaboratori di azienda artigiana o titolari di azienda con dipendenti. Il fondo consente ai lavoratori di beneficiare, tramite il versamento del proprio datore di lavoro, di una serie di prestazioni sanitarie integrative gratuite.

“Queste occasioni di prevenzione sono molto importanti per il Fondo perché permettono di perseguire l’assistenza sanitaria integrativa territoriale a fianco delle proprie parti costituenti nelle iniziative locali ritenute più significative – spiega Jimmy Trabucco, direttore del Fondo SANI.IN.VENETO – e permettono al Fondo di continuare a perseguire con continuità una strategia di prossimità e di contatto per una migliore informazione e diffusione agli iscritti delle tutele esistenti a loro favore e di tutti i miglioramenti delle prestazioni che il Fondo ha saputo attuare in questi anni grazie all’autogestione, come gli ultimi da settembre 2019 per i maggiori rimborsi per le cure odontoiatriche e il nuovo pacchetto maternità che supporta le future mamme (con un rimborso fino a 5.000 euro) nella procreazione medica assistita, nella gravidanza e nel primo periodo di vita del bambino”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Comuni e Recovery Plan. Massaro: «Cambiare le regole o non riusciremo a spendere nulla»

Incontro questa mattina tra i vertici dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e il Ministro alla Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta; al centro del confronto, il Recovery...

Festa della Donna e Sex Work: 120.000 donne non sono tutelate in Italia. Pia Covre: “Nessuna donna è colpevole o vittima perché sex worker”

8 marzo 2021 – In Italia si contano almeno 120.000 sex worker e circa 20 milioni di clienti annui. Solo nella dimensione online Escort...

Lupo. Bortoluzzi: «Presenza sempre più vicina alle case, serve un piano di gestione diverso»

«Per la tutela della piccola agricoltura di montagna, degli hobbisti dell’allevamento e anche in ottica di mantenimento del territorio serve un piano di gestione...

Una maxi coperta ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per dire no alla violenza sulle donne

L’associazione UP – I Sogni fuori dal cassetto porta sulle Dolomiti “Viva Vittoria”: progetto d’arte relazionale, già sperimentato in numerose piazze italiane, coinvolgerà numerose...
Share