13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 22, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Kristian Ghedina scia a Copenhill, sul tetto dell'impianto cittadino di Copenaghen

Kristian Ghedina scia a Copenhill, sul tetto dell’impianto cittadino di Copenaghen

L’Ambassador dei prossimi Campionati del Mondo “testerà” la pista a due passi dal centro della Capitale danese. Grande interesse di Fondazione per le soluzioni infrastrutturali innovative ed ecosostenibili.

Il posto più originale dove sciare? Lo sperimenterà Kristian Ghedina, Ambassador di Fondazione Cortina 2021, venerdì 4 ottobre partecipando al Grand Opening di Amager Bakke – Copenhill, la pista da sci costruita sul tetto del più grande termovalorizzatore al mondo, a due passi dal centro di Copenaghen.

Alto 90 metri, lungo 400 e dotato di una pendenza massima del 45% nel tratto iniziale, il tracciato – costruito in materiale sintetico prodotto dall’azienda bergamasca Neveplast – rappresenta il primo impianto sciistico della capitale danese, nonché il primo dove sarà possibile sciare 365 giorni all’anno a soli 10 minuti dal centro di una capitale e a 15 minuti da un aeroporto internazionale.

L’impianto è stato costruito sopra la nuova centrale termoelettrica disegnata dall’archistar Bjarke Ingels. Lo sviluppo della pista è stato progettato insieme alla Federazione sciistica della Danimarca, che ha testato diverse soluzioni in tutto il mondo prima di selezionare, tra i produttori di piste da sci artificiali, Neveplast. Per raggiungere la sommità dell’impianto, dove è stato riprodotto un intero ambiente alpino, si dovrà prendere un ascensore panoramico che attraversa l’edificio dall’ interno con vista sull’impianto in lavorazione.

A “testare” la pista nel giorno dell’inaugurazione, con i colori di Cortina 2021, sarà proprio Kristian Ghedina, l’amatissimo discesista italiano e volto internazionale dei prossimi Campionati del Mondo di sci alpino, invitato da Neveplast per l’occasione. Una partecipazione che conferma il grande interesse di Cortina 2021 nei confronti delle nuove frontiere degli sport invernali e delle soluzioni infrastrutturali innovative ed ecosostenibili. E che rappresenta un’altra tappa nel cammino di avvicinamento al grande evento iridato del 2021 che, a marzo dell’anno prossimo, vedrà anche il prestigioso appuntamento con le finali di Coppa del Mondo di sci alpino 2020 a Cortina.

Share
- Advertisment -

Popolari

Aperta la nuova corsia di marcia della Statale 51 a Longarone

Venezia, 21 aprile 2021 - Avanzano i lavori nel tratto urbano di Longarone, in provincia di Belluno. Anas (Gruppo FS Italiane) ha aperto al traffico,...

Decreto riaperture. Ribon (Cna Veneto): “Il coprifuoco alle 22 d’estate sembra una incongruenza”

Marghera, 21 aprile 2021 - Torna la zona gialla e con essa le riaperture che dovrebbero iniziare con il 26 aprile prossimo: la ripresa delle...

Pulizia fontane. Addamiano: “Troppo comodo presentarsi a fine dell’opera e far credere che sia merito dell’Amministrazione”

"Un plauso convinto e un ringraziamento sincero a tutti i volontari del Servizio Civile Anziani e della Protezione Civile che, in perfetta coerenza con...

Cerimonia di apertura di Cortina 2021: il valore intangibile del primo evento live in era pandemica

Il ritorno sociale sull'investimento con il metodo SROI per misurare il valore extra-finanziario rispetto alle risorse investite. Ovvero, Quando le risorse investite generano un...
Share