13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 18, 2021
Home Cronaca/Politica Una coppia di lupi per difendere i loro cuccioli aggredisce un segugio...

Una coppia di lupi per difendere i loro cuccioli aggredisce un segugio dei cacciatori che poi muore. La risposta della politica: uccidiamoli tutti

Belluno, 30 settembre 2019  –  La politica scopre che una coppia di lupi per difendere i loro cuccioli aggredisce un segugio dei cacciatori che successivamente muore a causa delle ferite.

E qual è la soluzione proposta dalla politica?

Uccidiamo i lupi! E già che ci siamo anche gli orsi.

Da notare che né i lupi né gli orsi hanno mai ucciso degli uomini dal dopoguerra ad oggi.  Certo, non è consigliabile avvicinarsi quando hanno i cuccioli, ma questo vale per tutte le specie. Pare che in testa alla classifica degli incidenti con l’uomo siano le mucche, senza che la politica abbia mai invocato misure repressive nei confronti di quest’ultime, peraltro già destinate al macello e quindi fonte di reddito.

Il pretesto raccolto dai politici, per dare il via libera ai cacciatori ad aprire il fuoco su lupi e orsi, è quello di un fatto di cronaca diffuso oggi anche da Bellunopress, accaduto nel comune di Borgo Valbelluna, nel territorio di Trichiana.
Il paradosso, come riporta la cronaca, è che i cacciatori che hanno perso il loro cane a seguito delle ferite inferte dai lupi, sono i primi a testimoniare a favore dei lupi. Entrambi, infatti, dichiarano la non aggressività dei lupi nei loro confronti, quando li hanno incrociati per prestare soccorso al loro segugio.

In un processo immaginario, insomma, dove i lupi sono gli imputati e i due cacciatori i “parenti” della vittima, la miglior difesa agli imputati arriva proprio dai “parenti” della vittima che evidentemente hanno compreso, meglio dei politici, le dinamiche della natura.
Ovviamente, chi scrive, sta con i lupi. Che, badate bene, non sono fonte di reddito per l’uomo e forse è questa la loro unica grande colpa.

Roberto De Nart

Share
- Advertisment -

Popolari

La solidarietà delle associazioni a Casanova, presidente di Mountain Wilderness Italia querelato per aver criticato “Quad in quota”

Luigi Casanova, presidente onorario di Mountain Wilderness Italia, è stato sottoposto a processo a richiesta dei sostenitori della manifestazione "Quad in quota" di Falcade...

Rinnovato il contratto dei metalmeccanici. In provincia di Belluno passa con il 93,8% dei consensi

Il Nuovo CCNL Industria metalmeccanica è stato ratificato nella provincia di Belluno con il 93,8% di voti favorevoli. Il voto si è svolto in...

Tecnologia 5G. Una trentina di associazioni chiedono alle massime istituzioni di mantenere invariati i limiti di esposizione

Al fine di tutelare la salute pubblica, una trentina di associazioni e comitati hanno inviato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla presidente del...

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...
Share