13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 17, 2021
Home Scuola Proseguono gli incontri per la scuola innovativa di Mel. Un investimento di...

Proseguono gli incontri per la scuola innovativa di Mel. Un investimento di 5 milioni e 640 mila euro. L’inizio dei lavori è previsto per il 2021

Municipio Borgo Valbelluna, Mel

Proseguono gli incontri per la realizzazione del nuovo Plesso scolastico unico per infanzia e primaria di Mel previa demolizione dell’attuale scuola media e trasferimento della suddetta scuola all’interno del fabbricato esistente e attualmente destinato a Scuola Primaria “D. Alighieri”. Nell’insieme i due edifici andranno a costituire il nuovo Complesso Scolastico dell’ex Comune oggi Municipio di Mel. Nella stessa area troverà collocazione una nuova Palestra Comunale e diversi campi per l’attività sportiva.
È stato infatti approvato nell’ultima Giunta Comunale lo studio di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione del nuovo plesso scolastico nel capoluogo di Mel.

“Un progetto – commenta l’Assessore alla Politiche Scolastiche Marilisa Corso – realizzato grazie alla volontà di favorire la costruzione di scuole innovative dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate dalla presenza di nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio; Intervento finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca”.
Oltre a riqualificare l’intera area potenziando l’utilizzo delle strutture sportive già esistenti, sfruttando l’impianto a biomassa legnosa dislocato in posizione baricentrica, il nuovo fabbricato, progettato nell’ottica della flessibilità, per la parte di scuola primaria conterrà una decina di aule per le lezioni tradizionali o per una didattica che ha bisogno di essere svolta in un luogo chiuso e un insieme di spazi aperti, tra loro comunicanti, per l’attività libera. Inoltre sono previsti spazi ad uso comune a tutte le unità scolastiche quali refettorio, palestra, biblioteca scolastica e sale polifunzionali. Questi spazi sono visti come ambiti polifunzionali che possono essere utilizzati anche come ambiti aperti al pubblico per mostre e altre attività culturali e sociali. L’intero complesso, anche per le sue vicinanze al centro storico, diventerebbe un “civic center” utilizzato anche dalla collettività al di fuori dell’orario scolastico.
L’intero polo scolastico diventa la sede non solo per le lezioni giornaliere, ma anche per l’assistenza pomeridiana nello studio, per le attività sportive extrascolastiche, per i corsi serali e per varie attività ricreative dell’intera collettività. La realizzazione del nuovo fabbricato, seguendo le nuove direttive scolastiche sull’apprendimento e sul benessere ambientale, migliora la qualità dell’esperienza scolastica dello studente e potrà diventare un punto di ritrovo pomeridiano dei ragazzi e della collettività (biblioteca, sport, altre attività socio scolastiche).

La scuola materna, oltre agli spazi di aggregazione e di attività comune, presenta lo spazio per quatto sezioni oltre alla mensa e allo spazio dedicato al riposo. Le sezioni sono aperte da un lato verso lo spazio di relazione e connettivo, chiuse da grandi vetrate verso l’esterno, protette da una loggia che mette in relazione lo spazio interno e l’esterno, consentendo l’uscita per le attività all’aperto.
Inoltre il complesso scolastico si colloca nell’immediata vicinanza del centro storico di Mel e pertanto l’idea dell’amministrazione è di riqualificare tale area che attualmente risulta degradata e priva di collegamenti diretti alla via principale XXXI Ottobre, con la realizzazione di collegamenti pedonali direttamente al centro storico.

“Nella progettazione del complesso, – precisa la consigliera Mara Centa con delega alla scuola – si è pensato, anche in relazione alla didattica da sviluppare, a una prevalenza di spazi di relazione rispetto l’aula di tipo tradizionale, con una fluidità dei percorsi, una flessibilità d’uso degli spazi, un insieme di luoghi che devono poi trasmettere emozioni rispetto ai temi di studio e ricerca. Attenta anche la scelta dei materiali utilizzati per garantire il benessere degli studenti: legno, acciaio e vetro.”
L’investimento per la costruzione di questa nuova scuola è, approssimativamente di 5 milioni e 640 mila euro. L’inizio dei lavori è previsto per il 2021.

Share
- Advertisment -

Popolari

Contributi per 500mila euro dalla Provincia per gli impianti di risalita

Nelle prossime settimane saranno erogati i contributi economici agli impianti di risalita. Una manovra da 500mila euro varata dalla Provincia nel dicembre scorso e...

Antonio Bortoli eletto presidente dell’Associazione Arianna Il Filo della Solidarietà di Feltre

Antonio Bortoli è stato eletto alla presidenza dell'Associazione Arianna Il Filo della Solidarietà di Feltre. Sarà coadiuvato da Luca Pioggia Todoerto come vicepresidente, dal...

Avevo 16 anni. Documentario sulla Notte di Santa Marina. Venerdì e sabato a Feltre

Venerdì 18 e sabato 19 giugno 2021, nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli a Feltre si terrà la serata dal titolo "Avevo 16...

Presentato il Documento di economia e finanza regionale DEFR 2022-2024

Venezia, 17 giugno 2021 - L’assessore regionale alla Programmazione, Attuazione del Programma e Bilancio, Francesco Calzavara, anche a nome del presidente Luca Zaia, ha illustrato...
Share