13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Cronaca/Politica Interventi nell'edilizia scolastica. La provincia partecipa con 8 progetti al bando statale...

Interventi nell’edilizia scolastica. La provincia partecipa con 8 progetti al bando statale di cofinanziamento

Palazzo Piloni sede della Provincia

Venerdì scorso, 30 agosto, scadevano i termini per la presentazione di richiesta di finanziamenti dedicati alle Province e alle Città Metropolitane per la messa in sicurezza delle strutture pubbliche. Si tratta dell’iniziativa statale prevista dall’articolo 1, comma 1079 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di bilancio 201, dedicata espressamente a finanziare progetti di fattibilità tecnica ed economica e progetti definitivi di messa in sicurezza degli edifici pubblici.

La Provincia di Belluno ha partecipato con otto progetti, relativi agli adeguamenti sismici delle scuole. Ciò significa che nei prossimi anni l’amministrazione provinciale potrà continuare sulla strada già intrapresa della messa in sicurezza delle scuole superiori. Di fatto, la domanda di ammissione a questa tranche di contributi statali è stata possibile grazie alle verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici avviate negli anni scorsi.

Il cofinanziamento previsto al massimo all’80% per la Provincia di Belluno ammonta a 212.000 euro complessivi per il biennio 2018-2019, per un totale di spese di progettazione di circa 266.000 euro.
I primi due progetti per cui la Provincia ha richiesto il finanziamento della progettazione definitiva sono già inseriti nel Programma Triennale Opere Pubbliche. Si tratta dell’adeguamento sismico, energetico e antincendio della palestra (per 36.263,52 euro), e dell’adeguamento sismico dell’istituto Calvi (81.916,66 euro).
Sono inseriti nel Dup tutti gli altri interventi per cui si prevede il progetto di fattibilità tecnica ed economica (anche progetto definitivo per il liceo classico Tiziano): adeguamento sismico del liceo Tiziano di Belluno (75.279,26 euro); adeguamento sismico dell’istituto Colotti di Feltre (12.934,98 euro); adeguamento sismico dei corpi 4A, 4B, 4C dell’istituto agrario di Vellai (15.048,25 euro); adeguamento sismico del corpo convitto dell’alberghiero di Longarone (18.891,54 euro); adeguamento sismico dei corpi G ed I dell’Iti Segato di Belluno (13.077,19 euro); e infine adeguamento sismico del liceo Renier (12.539,71 euro).

Con la terza annualità 2020 di finanziamenti, la Provincia prevede di completare le progettazioni definitive degli interventi che ad oggi vanno in progettazione di fattibilità tecnica ed economica.

Share
- Advertisment -

Popolari

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...

Da lunedì il Veneto torna arancione. Ecco le regole

"Il Veneto in zona arancione da lunedì 8 marzo. Ma le scuole non chiuderanno". Lo ha anticipato nella conferenza stampa in diretta su Facebook...

Acc, Ex-Embraco. Nobis (Fim-Cisl): concretizzare subito progetto Italcomp, a rischio 750 famiglie

Questa mattina i lavoratori della ACC di Mel (Belluno) sono in presidio davanti ai cancelli dell'azienda, una prima azione di mobilitazione – dice il segretario...
Share