13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 24, 2024
HomeCronaca/PoliticaStazione di Calalzo di Cadore. De Carlo: “Investimenti importanti dal Cipe. Non...

Stazione di Calalzo di Cadore. De Carlo: “Investimenti importanti dal Cipe. Non siano un punto di arrivo, ma di partenza”

Luca De Carlo, deputato

“C’è anche la completa ristrutturazione della stazione ferroviaria di Calalzo di Cadore nel pacchetto di interventi finanziato dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica – CIPE nell’ambito dell’aggiornamento 2018 – 2019 del Contratto di programma MIT – RFI 2017 – 2021. Otto milioni di euro il finanziamento complessivo, che sarà utilizzato per la totale ristrutturazione e ammodernamento della stazione, con la dotazione di nuovi servizi e funzionalità e con la creazione di un polo di intercambio fra treno, autobus, auto e bici”.

Una notizia che viene accolta con soddisfazione dal deputato di Fratelli d’Italia e primo cittadino di Calalzo, Luca De Carlo.

“È il coronamento di un lungo lavoro. Sono anni, infatti, che il Comune di Calalzo si batte, praticamente da solo, per la riqualificazione della stazione, che non è solo la stazione di un comune, ma dell’intero territorio cadorino e dell’alto Bellunese. Con il nostro lavoro e impegno, siamo riusciti a convincere della sua strategicità la Regione, che da quel momento si è prodigata per ottenere i finanziamenti per realizzare l’intervento”, commenta.

I lavori dovrebbero iniziare entro fine anno e proseguire per tutto il 2020, così da poter rimettere in piena funzione la stazione per i mondiali di sci alpino di Cortina del 2021.

”Otto milioni di euro sono sicuramente un ottimo investimento. È stato un lavoro duro e difficile, ma che ora finalmente è arrivato a trovare anche la necessaria copertura finanziaria”, aggiunge De Carlo. “È certamente un ottimo punto di partenza, non certo di arrivo. Ora la sfida è riempire la stazione di contenuti e di servizi, perché diventi un vero punto di riferimento non solo per la mobilità, ma anche per i flussi turistici”.

Proprio in quest’ottica, De Carlo rilancia una proposta di sicuro richiamo:”L’accesso diretto alla strada di Lagole tramite sottopassaggio, ad esempio, sarebbe una struttura dal sicuro successo turistico”, conclude.

- Advertisment -

Popolari