13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Cronaca/Politica Blitz nella notte in difesa del lupo di Centopercentoanimalisti: sterco e letame...

Blitz nella notte in difesa del lupo di Centopercentoanimalisti: sterco e letame alla giunta regionale

Venezia, 21 febbraio 2019  –  Nuovo blitz nella notte di Centopercentoanimalisti con sterco e letame. Questa volta bersaglio del movimento animalista è la giunta regionale veneta che, recita la nota, “si è associata alla folle campagna di odio contro i lupi, che vogliono sterminare”.

Nella notte tra il 20 e 21 febbraio, militanti di Centopercentoanimalisti hanno affisso due striscioni molto eloquenti sulle porte di un’entrata della Regione Veneto a Venezia, con l’aggiunta di sterco e letame.

“Cacciatori, allevatori e speculatori – dichiara la nota diffusa da Centopercentoanimalisti – condizionano pesantemente le scelte degli amministratori locali. La stragrande maggioranza dei veneti si dissocia dal biocidio, anzi è contraria alla caccia e ne vorrebbe l’abolizione. Ma i politicanti preferiscono sottomettersi alle esigenze di chi vuole morti i lupi, animali innocui per gli umani e indispensabili per l’equilibrio naturale”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Cento anni. La vita straordinaria del generale Lorenzo Cappello

Se è vero che i cavalli di razza si vedono alla partenza, non può sfuggire l’impresa a soli 10 anni, nel 1931, di un...

Sessantaseienne dell’Alpago scivola in un dirupo durante una passeggiata

Vittorio Veneto (TV), 06 - 03 - 21 - Alle 10.20 circa il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato allertato dalla Centrale del...

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...
Share