13.9 C
Belluno
domenica, Marzo 7, 2021
Home Cronaca/Politica Alpini Trichiana: confermato capogruppo Renato Ranon

Alpini Trichiana: confermato capogruppo Renato Ranon

Si è svolta a Sant’Antonio Tortal la consueta adunata annuale del Gruppo alpini di Trichiana. La cerimonia è iniziata con l’alzabandiera in Piazza, con la presenza del sindaco Fiorenza Da Canal, dei vice presidente della sezione di Belluno Lino Da Pra e Renzo Grigoletto.
Il corteo quest’anno è stato particolarmente nutrito di penne nere, grazie anche alla presenza di numerose rappresentanze di gruppi alpini; oltre a quelli della nostra sezione erano presenti i gruppi di Tovena, Farra di Soligo e Piavon di Oderzo della provincia di Treviso e i gruppi di S. Giuseppe del Pasubio e S. Pio X° (gemellato con il Gruppo di Trichiana) della provincia di Vicenza, entrati ormai a far parte della “famiglia trichianese”.
Dopo la cerimonia religiosa c’è stata la deposizione di una corona in onore dei Caduti presso il monumento in Piazza F.lli Schiocchet, con il saluto delle autorità.
Particolarmente toccante la cerimonia presso il monumento dei caduti, dove dopo la deposizione della corona in onore ai Caduti accompagnata dalle note del “Piave” e del “silenzio” della Banda di Lentiai, diretta dal M° Domenico Vello, c’è stata la commemorazione da parte del segretario Cesca Mario che a conclusione del centenario della Grande guerra ha scandito i nomi di tutti i caduti del nostro Comune accompagnati dal corpo militare di appartenenza, data di nascita e morte.
La cerimonia si è conclusa con il saluto da parte del sindaco.

Il successivo rancio presso il ristorante Canton ha dato il via a un’allegra festa in perfetto stile alpino, con ottimo cibo e i classici canti accompagnati da fisarmonica di Silvano e il sax di Aldo.

Tra una portata e l’altra si è svolta l’assemblea del gruppo con l’ampia relazione del capogruppo Renato Ranon dell’attività svolta nel 2018 nella quale ha ribadito in particolare la soddisfazione del gruppo per il compimento dei lavori di ristrutturazione del monumento dei caduti del Capoluogo, lavori eseguiti in collaborazione con l’amministrazione comunale; è seguita la relazione del coordinatore della Protezione civile Ermanno Scarton che ha esposto l’attività effettuata nel corso del 2018, sottolineando l’impegno di tutti gli iscritti in occasione della calamità di fine ottobre/inizio novembre che ha investito anche la nostra comunità.
Da parte del segretario Mario Cesca è stata letta la relazione economico-finanziaria e successivamente Enzo Balzan, a nome dei revisori dei conti, ha confermato la regolarità del resoconto finanziario.
L’assemblea ha espresso all’unanimità l’approvazione di tutte le relazioni. E’ seguito il saluto da parte del vice presidente di sezione Lino Da Pra.
In seguito si è voluto premiare per il suo impegno con la medaglia dei “cento anni” di fondazione dell’ANA il socio Tormen Bruno, vice capogruppo uscente casse 1942 e che ha deciso di non ricandidarsi per il prossimo consiglio.
Bruno ha un curriculum “alpino” invidiabile: iscritto al gruppo dal 1967 (51 anni) consigliere ininterrottamente dal 1973 ovvero da 46 anni; in questo periodo ha ricoperto importanti ruoli soprattutto nell’ambito della protezione civile; prima caposquadra dall’85 al 92, responsabile delle squadre dal 1989 al 1998, vicepresidente protezione civile dal 1990 al 1994 e presidente Protezione civile dal 1996 al 1998; infine dal 2001 fino al 2018 è stato vicecapogruppo e coordinatore e responsabile con alcuni soci e consiglieri dell’accoglienza in sede delle associazioni disabili e Case di riposo, delle visite alle Case di riposo e Istituti in occasione delle festività e ricorrenze annuali, delle castagnate. Ma comunque non è ancora maturo per la pensione: non è che mette “zaino a terra” come si dice nel nostro gergo. Fa parte anche della sezione artiglieri della Sinistra Piave, dove è iscritto dal 1976, dal 1979 e tutt’ora ne è il presidente, carica che detiene dal 2001.
Si è proceduto quindi alle votazioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio, per il triennio 2019/2021 che ha confermato il capogruppo Ranon Renato.

Pienamente soddisfatto per la buona riuscita dell’Adunata, con oltre 150 tra alpini, soci e simpatizzanti, il gruppo di Trichiana dà appuntamento per il prossimo anno, con un augurio di buon lavoro a tutti i nuovi e vecchi alpini per un 2019 proficuo, ricco di attività stimolanti e partecipazione sempre così numerosa.

Nella successiva riunione del consiglio direttivo si è proceduto alla nomina delle cariche sociali:
confermati il segretario Mario Cesca, Il vicecapogruppo Valerio Cortina ; secondo vicecapogruppo è stato nominato Marco Rosset e Colle Raffele responsabile della cucina.
Un benvenuto ed un augurio sono stati espressi ai neo eletti: Bonetta Lino, De Toffolo Massimo e Riposi Tiziano.
Domenica 17 febbraio nella sede di Nate l’Assemblea della Protezione Civile del gruppo di Trichiana ha eletto il nuovo coordinatore l’alpino Tiziano Riposi, neo consigliere del gruppo in sostituzione di Ermanno Scarton.

Gruppo Alpini Trichiana

Share
- Advertisment -

Popolari

L’equipaggio Fontanella-Covelli su Lancia Aprilia del 1939 vince l’8va WinteRace a Cortina. Tre vittorie in otto edizioni

Cortina d’Ampezzo, 7 marzo 2021: Gianmario Fontanella con la moglie Annamaria Covelli, della scuderia Classic Team ASD si sono aggiudicati per la terza volta...

8 marzo, Unicef a fianco alle donne. Zoleo: “In Italia c’è un femminicidio ogni 3 giorni e quasi quotidianamente un tentativo di violenza”

L’Unicef in occasione dell’8 marzo, festa della Donna, ha promosso la campagna contro “la violenza di genere” cioè la violenza contro le donne, le...

8 marzo. Berton: “Ancora tanta strada da fare. La pandemia non ci deve travolgere”

“C’è ancora tanta strada da fare per arrivare a una uguaglianza effettiva e sostanziale per le donne di questo Paese, quella “delle parole” c’è...

Caso Zingaretti. Per il momento non serve Grillo. Il Pd accetti le dimissioni del segretario e vada a congresso * di Enzo De Biasi

Sentita l’ultima uscita di Beppe Grillo, già iscrittosi al PD ma rifiutato anni fa da Piero Fassino, che si propone quale potenziale segretario nazionale...
Share