13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Dimissioni cda di Anas, rischia di saltare l'operazione Veneto Strade. Fracasso: "In...

Dimissioni cda di Anas, rischia di saltare l’operazione Veneto Strade. Fracasso: “In pericolo importanti investimenti per la viabilità regionale, in particolare per la provincia di Belluno”

Stefano Fracasso – consigliere regionale Pd

Venezia, 8 novembre 2018   “Le dimissioni del Cda di Anas rischiano di avere pesanti ripercussioni anche per il Veneto, a cominciare dall’operazione Veneto Strade che potrebbe saltare”. A lanciare l’allarme è Stefano Fracasso, capogruppo del Partito Democratico, commentando la decisione del presidente Armani e di due consiglieri di lasciare l’incarico, facendo decadere il Consiglio di amministrazione, in polemica con l’esecutivo.

“Una scelta frutto della volontà del ministro dei Trasporti Toninelli di non procedere con il processo di fusione con Ferrovie. Così il Governo gialloverde mette in pericolo importanti investimenti sulla viabilità regionale. Chiediamo venga fatta chiarezza su cosa accadrà adesso: la partita doveva essere chiusa cinque mesi fa, siamo invece a novembre e c’è il rischio di ripartire da capo, per questo presenteremo a breve un’interrogazione urgente”, aggiunge Fracasso.

“La delibera della Giunta assicurava che entro giugno sarebbe stato perfezionato il passaggio di 700 chilometri di strade ad Anas secondo un piano che prevedeva 21 milioni l’anno per la gestione e altri 10 annui per la manutenzione.

Soldi indispensabili, in particolare per la provincia di Belluno che oggi ne ha quanto mai necessità e che adesso potrebbero non arrivare più per la scelta dell’esecutivo di cancellare la fusione con Ferrovie, solo perché decisa dal Governo precedente. E a rimetterci, caro Zaia – conclude Fracasso – saranno ‘prima i veneti'”.

Share
- Advertisment -



Popolari

Spettacolare salvataggio di una mucca gravida con l’elicottero Drago 71 dei Vigili del Fuoco

Nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 30 settembre, i vigili del fuoco sono intervenuti con l’elicottero Drago 71 sul Monte Tomatico a circa 900...

Nevegal. Apriranno gli impianti sciistici? L’appello del presidente Associazione proprietari

Il presidente dell’Associazione Proprietari Nevegal, Daniele Ciani, esprime viva preoccupazione per le recenti notizie di una possibile chiusura della seggiovia per la imminente stagione...

Sicurezza, frazioni, scuole: Ponte nelle Alpi guarda al futuro con il Dup

Il Comune di Ponte nelle Alpi pianifica il futuro. E lo fa attraverso il Dup, Documento Unico di Programmazione 2021-2023, che proprio oggi viene...

Super Ecobonus e lotta all’inquinamento: riapre lo Sportello PubblichEnergie a Ponte nelle Alpi

Il tema del risparmio energetico è diventato centrale nella quotidianità di un gran numero di persone. Anche a Ponte nelle Alpi. E così, dopo...
Share