13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Nuovo allarme meteo fino alle ore 14 di venerdì 2 novembre

Nuovo allarme meteo fino alle ore 14 di venerdì 2 novembre

Venezia, 1 novembre 2018  –  E’ ancora stato di allarme in Veneto per il maltempo. Il Centro funzionale decentrato della Protezione civile del Veneto da diramato un nuovo bollettino che prolunga lo stato di allarme (‘arancione’ per la rete idraulica principale e ‘rosso’ per la rete idraulica secondaria) sino alle ore 14 di venerdì 2 novembre per le province di Belluno, Treviso, Vicenza e Verona, relativamente ai bacini dell’Alto Piave, del Piave pedemontano, dell’Alto Brenta, Bacchiglione e Alpone.

Per le altre aree del Veneto, compreso il basso Piave, il Sile e il bacino scolante in laguna, il Centro della Protezione civile ridimensiona l’allerta in ‘stato di attenzione’ (‘giallo’).

Si attende, inoltre, il passaggio della piena del Po che potrebbe determinare l’allagamento delle aree golenali non difese da argini.

Share
- Advertisment -



Popolari

Super Ecobonus e lotta all’inquinamento: riapre lo Sportello PubblichEnergie a Ponte nelle Alpi

Il tema del risparmio energetico è diventato centrale nella quotidianità di un gran numero di persone. Anche a Ponte nelle Alpi. E così, dopo...

Targhe estere. Rimosso il blocco per i lavoratori transfrontalieri. De Menech: “Continuiamo il lavoro per rimuovere gli ostacoli posti da Salvini e le Lega”

Roma, 30 settembre 2020   Il Parlamento ha parzialmente risolto oggi uno tra i tanti problemi creati dai Decreti Salvini, il blocco della circolazione in...

Progetto “Alps 2030”. Ultimi giorni per le candidature

Ultimi giorni per presentare la propria candidatura per il progetto “Alps 2030”, promosso da CIPRA, e che vedrà protagonisti anche tre giovani bellunesi: scadono...

Venezia in Cadore 1420-2020. Quasi 5mila visite alla mostra che celebra i 600 anni della dedizione del Cadore alla Serenissima

Si è conclusa sabato 28 settembre e i numeri anche per l’esposizione estiva di quest’anno sono importanti, nonostante le misure restrittive imposte dalla normativa...
Share