13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 19, 2020
Home Cronaca/Politica Disservizio al cimitero di Salce. Massaro: «Grave e ingiustificato inconveniente. Chiesta una relazione,...

Disservizio al cimitero di Salce. Massaro: «Grave e ingiustificato inconveniente. Chiesta una relazione, prenderemo provvedimenti»

Jacopo Massaro, sindaco di Belluno

«È gravissimo, inaccettabile ed ingiustificato quanto accaduto sabato pomeriggio al cimitero di Salce. È ancora più grave il fatto che ne veniamo a conoscenza solamente quattro giorni dopo e dalla stampa: abbiamo già chiesto alla cooperativa una relazione e prenderemo tutti i provvedimenti del caso»: il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, esprime tutto il suo sdegno per quanto accaduto pochi giorni fa, al termine di un funerale, quando all’arrivo del feretro al cimitero si è scoperto che la fossa non era pronta e che nel luogo dove avrebbe dovuto esserci la buca era posizionato un sacco di ghiaia di 15 quintali.
«Non è la prima volta che ci giungono segnalazioni negative sull’operato della cooperativa che gestisce i servizi cimiteriali, – continua Massaro – e questa va ad aggiungersi alle altre delle quali si è discusso anche in consiglio comunale. Non possiamo assolutamente essere soddisfatti del lavoro svolto dalla cooperativa: abbiamo già effettuato alcune contestazioni e trattenuto penali (3 richiami scritti per contestazione di 8 disservizi, una trentina di ispezioni dal parte del Comune, diversi sopralluoghi da parte dell’assessore Busatta), e stiamo valutando molto attentamente il rapporto contrattuale».

Maurizio Busatta

«La risoluzione del contratto per inadempimento è sicuramente percorribile. – spiega l’assessore Maurizio Busatta – È chiaro che un provvedimento di tale natura non sarà condiviso dall’appaltatore che lo impugnerà avanti al Giudice. La controversia appartiene alla giurisdizione ordinaria e non a quella amministrativa, e la possibilità di subire tempi processuali molto lunghi è concreta. Anche per questo, la cooperativa, per le vie brevi, ha manifestato l’interesse a un accordo stragiudiziale; gli uffici stanno valutando la proposta con tempestività e, appena avremo i risultati, la Giunta li comunicherà al Consiglio comunale».
«Siamo vicini alla famiglia della donna che, oltre al dolore per la perdita, ha dovuto sopportare anche questa gravissima inefficienza ed umiliazione. – concludono sindaco e assessore – A loro possiamo solo assicurare che faremo in modo che quanto accaduto non possa ripetersi».

Share
- Advertisment -



Popolari

Gli appuntamenti di settembre e ottobre all’Insolita storia

Proseguono gli appuntamenti culturali al bar Insolita Storia di Belluno. Dopo il successo di giovedì 17 settembre con la presentazione del libro "sette giorni...

Auto e moto d’epoca. Il più importante mercato europeo dal 22 al 25 ottobre alla Fiera di Padova

Torna la rassegna Auto e moto d'epoca alla Fiera di Padova dal 22 al 25 ottobre 2020 L'edizione di quest'anno inizia all’insegna dell’emozione con due...

L’Ugo nel pagliaio. Venerdì alla Libreria Tarantola la presentazione del libro di Rapezzi

Riprendono gli incontri alla Libreria Tarantola di Belluno. Venerdì 25 settembre con inizio alle 18.30 si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Ugo Rapezzi....

Contributi regionali per 6 milioni e mezzo per la valorizzazione delle destinazioni turistiche i

Venezia, 18 settembre 2020   “Le conseguenze del lungo periodo di lockdown ci hanno imposto la necessità di un rilancio complessivo e immediato dell’economia veneta...
Share