13.9 C
Belluno
mercoledì, Aprile 21, 2021
Home Cronaca/Politica Orrore a Cazin in Bosnia: taglia a pezzi la madre e la...

Orrore a Cazin in Bosnia: taglia a pezzi la madre e la mangia. L’uomo ha dichiarato di aver visto 4 giganti che gliel’hanno ordinato

Questo caso sciocca persino gli investigatori esperti. In Bosnia un figlio, ha ucciso la madre con un grosso coltello, forse un’ascia, per poi tagliarla a pezzi e mangiarla: l’orribile matricidio, macchiato di cannibalismo, è avvenuto domenica nella città bosniaca di Cazin. L’uomo è un 33enne con seri problemi psichici, ha riferito la polizia. Il sospetto era confuso al telefono, motivo per cui i funzionari di polizia non l’hanno preso sul serio all’inizio. Più tardi, quando il fratello dell’uomo ha sospettato che aveva potuto fare qualcosa a sua madre, a quel punto è intervenuta la polizia. Ma è arrivata troppo tardi. La ricerca del corpo è stata inizialmente difficile, perché il sospetto aveva smembrato la sua vittima dopo l’ omicidio e seppellita sparpagliando i resti nella regione.

Durante l’interrogatorio ha dichiarato che erano apparsi quattro giganti che gli avevano ordinarono di uccidere e mangiare sua madre. Uno psicologo sospetta che l’atto possa essere stato innescato da un’allucinazione. L’uomo potrebbe aver avuto problemi psicologici per qualche tempo, culminando in una contro-emozione che ha trasformato il suo amore materno in odio. Nell’attesa che i rilievi scientifici forniscano le indicazioni del caso, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, colpisce tuttavia il fatto che negli ultimi anni in Bosnia, non è la prima volta in assoluto che un caso tanto raccapricciante assurge all’ onore delle cronache con la stessa cruenta dinamica.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo Commissario per la gestione post Vaia. Scarzanella: «Soragni figura di rilievo, ora un ragionamento condiviso con le imprese»

Ugo Soragni è il nuovo Commissario delegato per l'emergenza legata alla tempesta Vaia. Già direttore dei Musei del ministero dei Beni Culturali, raccoglie il...

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...
Share