13.9 C
Belluno
domenica, Giugno 13, 2021
Home Cronaca/Politica Accordo Bacino Padano, dalla Regione nuove limitazioni per il traffico. Ganz: "Dal...

Accordo Bacino Padano, dalla Regione nuove limitazioni per il traffico. Ganz: “Dal I° ottobre divieto di accesso a Belluno per i veicoli da Euro zero a euro3”

Stefania Ganz, assessore

L’incontro del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza convocato in Regione lo scorso 6 settembre ha confermato le limitazioni al traffico ipotizzate nei mesi scorsi, inserendo importanti novità soprattutto per il settore commerciale.

«Vengono confermati i tre livelli di allerta: verde, arancio e rosso. Le novità più importanti riguardano proprio il livello più basso, quello verde. – spiega l’assessore alle politiche ambientali, Stefania Ganz – In tutti i comuni del Veneto sopra i 30mila abitanti, quindi anche il Comune di Belluno, verrà istituito il divieto alla circolazione per tutti i mezzi diesel, privati e commerciali, da Euro 0 ad Euro 3. Le limitazioni saranno in vigore dal 1 ottobre fino al 31 marzo 2019, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30».

Come anticipato negli incontri con la popolazione dei mesi scorsi, quindi, le limitazioni vengono estese anche ai mezzi commerciali, ma viene eliminata la pausa, originariamente prevista dalle 12.30 alle 15.00.
Sono circa 3000 (2846, dati ACI al 31/12/2016) i mezzi immatricolati in Comune di Belluno oggetto del divieto.

«Queste misure – illustra Ganz – sono strutturali, quindi valgono anche in caso di assenza di superamenti dei valori limite di polveri sottili. Oltre ai vincoli sui mezzi diesel, viene vietato l’utilizzo di generatori di calore di categoria inferiore alle 2 stelle, se questi non sono l’unico strumento di riscaldamento dell’abitazione».
Mentre i limiti al traffico dei veicoli sono circoscritti ai comuni sopra i 30mila abitanti, i vincoli sul riscaldamento riguardano tutti i comuni del Veneto.

«Queste prescrizioni devono essere prese in rispetto all’Accordo di programma per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano, nel quale ricade anche la provincia di Belluno, sottoscritto dal Ministero dell’Ambiente e dalle quattro regioni interessate (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte) nel giugno 2017», spiega ancora l’assessore.
«In questi giorni – conclude Ganz – prepareremo l’ordinanza, individuando le vie che resteranno percorribili e inserendo tutte le deroghe del caso: resteranno quelle già previste dall’ordinanza della scorsa stagione invernale, fatta eccezione per quella riguardante i conducenti con più di 65 anni di età. Nel frattempo, organizzeremo degli incontri con la cittadinanza e con le categorie economiche per illustrare al meglio le novità».

Share
- Advertisment -

Popolari

No paura day 4. Belluno, piazza Martiri domenica ore 19:00

Domenica 13 giugno alle ore 19:00 in piazza dei Martiri a Belluno, si terrà il quarto appuntamento bellunese con l'iniziativa "No paura day". La...

Wanbao-Acc: il sindacato si divide. FimCisl ritira la propria delegazione

“Da alcuni articoli oggi apparsi sui giornali risulta che lunedì a Mestre il segretario della Fiom Cgil Bona Stefano incontrerà il governatore Luca Zaia...

Rincaro materie prime, dagli eurodeputati i primi segnali di supporto. Basso (Confartigianato): «Il problema va risolto, altrimenti la ripresa non sarà possibile»

Stanno arrivando le prime azioni a supporto di Confartigianato Belluno per porre un freno al rincaro delle materie prime. Dagli uffici di Piazzale Resistenza,...

Lavori alla scuola “Valeriano” di Castion. Le classi ripartite tra Badilet, Borgo Piave e Castion

Si è concluso in questi giorni, dopo un incontro con i vertici dell'Istituto Comprensivo 3 e con gli esponenti del consiglio d'istituto, lo studio...
Share