13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Cronaca/Politica Periferie.  Presentato questa mattina dal deputato bellunese De Menech l'emendamento per salvare...

Periferie.  Presentato questa mattina dal deputato bellunese De Menech l’emendamento per salvare i 18 milioni di Belluno

Roger De Menech, deputato Pd

Roma, 5 Settembre 2018 _ Un emendamento per salvare i 18 milioni di euro previsti per Belluno è stato presentato stamattina dal deputato bellunese Roger De Menech. Il testo chiede di intervenire sull’articolo 13 del progetto di legge 1117 di conversione del decreto milleproroghe riducendo da 140 a 122 i milioni di euro gli spazi finanziari per i comuni.

«I progetti di riqualificazione a Belluno sono già stati avviati in base alla convenzione firmata il 18 dicembre scorso», nota De Menech. «È impensabile in questa fase tornare indietro. Per questo voglio che i fondi per il capoluogo delle Dolomiti siano garantiti da questo governo. Chiedo a tutti i parlamentari bellunesi di tenere fede alle dichiarazioni di impegno per lavorare insieme a favore del territorio espresse subito dopo le elezioni. Se le parole hanno un valore, mi aspetto la piena collaborazione di tutti i colleghi».

E poi, «i parlamentari di maggioranza sanno dirci quanti soldi degli avanzi di amministrazione saranno resi disponibili per i comuni bellunesi nel 2018 a fronte del congelamento di 18 milioni di euro?».

 

 

Di seguito il testo dell’emendamento:

AC 1117

Art. 13

Apportare le seguenti modificazioni:

a) al comma 02, primo periodo, aggiungere, in fine le seguenti parole “ad esclusione di quella relativa al progetto “Belluno: da Periferia del Veneto a Capoluogo delle Dolomiti” presentato dal Comune di Belluno.”;

b) al comma 03, sostituire le parole “140 milioni di euro per l’anno 2018” con le seguenti: “122 milioni di euro per l’anno 2018”;

c) al comma 04 sostituire le parole “140 milioni di euro per l’anno 2018” con le seguenti: “122 milioni di euro per l’anno 2018”.

L’emendamento fa seguito a quello presentato ieri con cui i deputati del Partito Democratico chiedono di ripristinare tutti i fondi del bando periferie pari a 500 milioni a favore dei capoluoghi di provincia e delle città metropolitane.

«Con questo provvedimento riduciamo di poco la possibilità di utilizzare gli avanzi di amministrazione da parte dei Comuni italiani», spiega il deputato, «ma diamo una grande opportunità a Belluno e a tutta la provincia di proseguire nella riqualificazione di spazi a servizio dell’intera comunità».

_________________________________

Share
- Advertisment -


Popolari

La Lega perde un consigliere in consiglio comunale di Belluno, Andrea Stella va con Fratelli d’Italia

Andrea Stella, figura di spicco della Lega di Belluno nella quale milita dal 2007 e all'interno della quale ha ricoperto vari ruoli, lascia il...

Le migliori mete da visitare in autunno

L’autunno è una stagione perfetta per chi vuole andare in vacanza. A differenza dell’estate, infatti, permette di accedere a soggiorni con prezzi più contenuti....

Spettacoli di mistero delle Pro loco Bellunesi. Venerdì appuntamento a Belluno con i Castelli perduti e draghi dimenticati

Ritorna la rassegna "Veneto, spettacoli di mistero", promossa dall'Unpli Belluno nell'ambito delle iniziative di Unpli Veneto e Regione. Le Pro loco bellunesi non mancheranno...

Due positività al Comune di San Vito di Cadore. Ordinanza di chiusura e sanificazione degli uffici

A seguito della positività riscontrata a due dipendenti, il sindaco Emanuele Caruzzo ha disposto la chiusura degli uffici comunali di San Vito di Cadore...
Share