13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 22, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Lʼincredibile estate 2018 di Una Montagna di Libri Cortina dʼAmpezzo XVIII Edizione

Lʼincredibile estate 2018 di Una Montagna di Libri Cortina dʼAmpezzo XVIII Edizione

La stagione più incredibile ed emozionante sta per cominciare nella Regina delle Dolomiti. È tutto pronto per l’estate dei record di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della lettura protagonista della stagione di Cortina d’Ampezzo, che raccoglie un pubblico annuale di circa 20mila presenze. Già dal 16 giugno, con un inizio anticipato di un mese rispetto al passato, e fino a settembre, la XVIII Edizione porterà a Cortina un programma ricchissimo, con oltre quaranta appuntamenti con l’autore. Tra letteratura, attualità, cinema e arte.

Una comunità intorno ai libri

Una edizione da record, quella di Una Montagna di Libri. Fin dalle date di inizio e di conclusione, mai così ampie, che puntano tutto sull’allargamento della stagione di Cortina. Una Montagna di Libri
moltiplicherà le esperienze possibili intorno ai libri, tra spettacoli, escursioni nella natura, lezioni magistrali sui prati, eventi interattivi. Per costruire una vera comunità intorno ai libri. Sempre più ricco il parterre di protagonisti della letteratura e del giornalismo italiani e stranieri. Il programma di Una Montagna di Libri, al nono anno di vita, è stato presentato a Venezia da Francesco Chiamulera, responsabile e ideatore della manifestazione ampezzana. Sono intervenuti, tra gli altri, Cristiano Corazzari, Assessore alla cultura della Regione Veneto, Gianpietro Ghedina, Sindaco di Cortina d’Ampezzo, Vera Slepoj, presidente onorario, Alessandro Russello, direttore del “Corriere del Veneto”.

I contenuti

Ma ecco tutti i contenuti dell’edizione Estate 2018. Una Montagna di Libri sfoglierà le pagine di narratori del mondo, del calibro di Amitav Ghosh, André Aciman, John Hemingway, Elizabeth
Strout, Laura Morante, Giancarlo De Cataldo, Helena Janeczek, Ermanno Cavazzoni, Davide Orecchio, Rosella Postorino, Francesco Targhetta, Antonio Monda, Matteo Righetto,
Francesco Vidotto. Incontrerà alcune guest star come Dario Argento, Laura Morante, João Nunes, ascolterà le voci della scienza, del cinema, delle arti, come Giorgio Cavazzano, Serge
d’Urach, Andrea di Robilant, Corrado Augias, Eliana Liotta, Gian Arturo Ferrari, Cristiano Seganfreddo, Adrian Fartade, Franco Perlasca, Vera Slepoj, Roberto Abbiati, Marco Mondini, Marina
Valensise, Federico Squarcini, Alessandro Wagner, Annina Pedrini, Paolo Maria Noseda, Jan Sedmak, Lorenzo Capellini, Sarah Cuminetti. Interpellerà protagonisti assoluti dell’informazione e del giornalismo come Enrico Mentana, Luciano Fontana, Paolo Mieli, Marco Travaglio, Bruno Vespa, Marco Tarquinio, Gennaro Sangiuliano, Vittorio Feltri, Francesco Jori, Giovanni Stefani, Alessandro Russello, Paolo Possamai, Marisa Fumagalli, Massimo Mamoli, Giovanni Viafora, Alessandro Zangrando, Alessandro Mezzena Lona, Luigi Mascheroni, Francesco Verni, Alessandro Zaccuri. Il programma completo sarà pubblicato il 1 luglio.

Francesco Chiamulera

Scrittori del mondo: Aciman, Ghosh, Hemingway. Il Premio Campiello e il Premio Strega. E una novità assoluta: #VersoCortina

Tra le novità assolute dell’estate, Una Montagna di Libri incontrerà straordinari scrittori del mondo, come André Aciman, che inaugurerà il Festival sabato 30 giugno con una conversazione su
Chiamami col tuo nome, romanzo da cui Luca Guadagnino ha tratto il film omonimo, e poi l’indiano Amitav Ghosh, protagonista di una straordinaria anteprima milanese dal nome VersoCortina: una
novità assoluta, destinata a diventare nel tempo un appuntamento fisso di attesa di Cortina da una grande città italiana. E ancora la statunitense Elizabeth Strout, attesa sabato 16 giugno. Organizzerà a Cortina un incontro straordinario tra letteratura e cinema con il grande Dario Argento, autore dei racconti Horror; ricorderà Ernest Hemingway e il suo viaggio tra le Dolomiti con John, nipote dello scrittore; porterà a Cortina, in due attesissimi incontri pubblici, i finalisti del Premio Campiello e il vincitore assoluto del Premio Strega, interpellerà protagonisti dell’attualità come Enrico Mentana e Luigi Fontana, salirà in cima alle montagne nell’anno di Marte per guardare ai pianeti dall’Osservatorio di Cortina con Adrian Fartade, chiederà a Federico Squarcini di sedersi su un prato e di spiegare al pubblico gli Yogasūtra di Patañjali, parteciperà al TEDx Cortina, parlerà di Caporetto e Cadorna a cent’anni dalla fine della Grande Guerra sulle Dolomiti. E in un
appuntamento speciale rivolto ad adulti e ragazzi, lascerà che la matita straordinaria di Giorgio Cavazzano, principe dei fumetti e uomo dei paperi e dei topi Disney, racconti nuove storie per il
pubblico in sala. Da questa edizione, Una Montagna di Libri, partner ufficiale di Fondazione Cortina 2021, lancia una stretta sinergia in eventi dedicati al rapporto tra sport, cultura e ambiente,
verso i Mondiali di Sci 2021: in programma, tra gli altri, una lectio magistralis dell’architetto João Nunes, chiamato a disegnare l’area di arrivo delle piste sulle Tofane. “A Cortina d’Ampezzo siamo
pronti per un viaggio lungo un’intera estate, fino all’autunno”, spiega Francesco Chiamulera, “e questa XVIII Edizione di Una Montagna di Libri, a nove anni dalla nascita, è più solida e radicata
che mai. E’ un’opera corale, in cui sono coinvolte tutte le realtà di Cortina: dalle Regole al Comune, dall’Associazione Astronomica ai club di servizio. Per ispirare, divertire e capire di più”.

#MeToo, censura e libertà nellʼarte: una riflessione

Nell’anno della giusta denuncia femminile contro gli abusi nel mondo dell’arte e del cinema conosciuta con il nome di #MeToo, Una Montagna di Libri si getta con passione nel dibattito. E lancia
tre appuntamenti che toccano il tema controverso ma fondamentale della libertà dell’arte: la letteratura è ancora il luogo dove tutto è permesso? È giusto abbattere il diaframma tra casi giudiziari e
fantasia letteraria? Qual è il confine tra protezione delle vittime di soprusi e censura? Ne parleremo, a Cortina, con uno spettacolo di storia disegnata dedicata al grande scrittore e giornalista americano Gay Talese, sui temi della rivoluzione sessuale e dell’etica giornalistica; attraverso una eccezionale lectio magistralis di Gian Arturo Ferrari su Philip Roth; e con una maratona di lettura che quest’anno porterà in piazza a Cortina le pagine di Lolita, capolavoro controverso e trasgressivo di Vladimir Nabokov.

Dove: i luoghi del Festival

Una Montagna di Libri renderà posto negli spazi pubblici del Palazzo delle Poste, dell’Alexander Girardi Hall, del Cinema Eden; nei pomeriggi, presso lo storico albergo cortinese Miramonti
Majestic Grand Hotel, la rassegna organizza un ricco carnet di eventi che accompagnerà gli ospiti per tutta la stagione, nell’hotel cinque stelle ampezzano simbolo della grande tradizione
dell’accoglienza. La rassegna prenderà inoltre posto presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi. Ma Una Montagna di Libri è anche #live. Con circa 75 incontri annuali, Una Montagna di Libri fornisce a residenti e turisti un servizio continuo, unendo a Twitter® e Instagram® la diretta interattiva di ogni incontro, attraverso Facebook®.

Share
- Advertisment -


Popolari

Zaia presenta la giunta al consiglio regionale: 60mila posti di lavoro a rischio. Questa sarà una legislatura sociale

Venezia, 21 ottobre 2020  “Lavoro, economia, occupazione e servizi sociali saranno, oltre alla sanità, la vera sfida per questa giunta. Una sfida che si...

Ultimissime dai carabinieri

I carabinieri di Cencenighe hanno denunciato per detenzione di sostanza stupefacenti due fratelli agordini di 24 e 25 anni. La perquisizione fatta nella giornata...

Confermata l’Ex tempore di scultura in centro Belluno

All’insegna della prudenza, con qualche doverosa rinuncia, lo svolgimento dell’Ex Tempore di Scultura su Legno è confermato. Consorzio e Amministrazione Comunale hanno condiviso l’opportunità di...

Chiuse le elementari di Cortina. Trasferiti 10 ospiti dal Centro servizi di Ponte nelle Alpi. Nuove modalità di accesso ai drive-in

Quattro maestre della scuola primaria "Duca d'Aosta" di Cortina d'Ampezzo sono risultate positive al covid, pertanto il sindaco Gianpietro Ghedina ha pubblicato oggi l'ordinanza...
Share