13.9 C
Belluno
martedì, Agosto 16, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Manifatturiero trevigiano e bellunese 1° trimestre 2018: prosegue la crescita, ma con...

Manifatturiero trevigiano e bellunese 1° trimestre 2018: prosegue la crescita, ma con alcuni segnali di rallentamento. L’incognita “domanda estera”

Mario Pozza

Treviso, 28 maggio 2018 .“Sarà difficile che si ripetano le performance del 2017. Il ciclo economico resta in espansione, ma si assesta su ritmi di crescita meno intensi”, commenta il presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno, Mario Pozza.
“Nulla al momento di preoccupante nel breve periodo – continua il presidente. “Gli indicatori anticipatori (raccolta ordini) sono positivi. Orientati alla crescita anche i giudizi previsivi per il 2° trimestre 2018”.
“L’attenzione delle imprese, semmai – precisa Pozza – va alla tenuta della domanda estera. E’ infatti aumentato il rischio legato ad un peggioramento delle tensioni commerciali, in seguito all’annuncio di una nuova serie di dazi da parte degli USA.”
“E’ vero che i dazi annunciati possono riguardare solo una parte del commercio statunitense, e per alcune categorie merceologiche mirate. Tuttavia, come ha ben evidenziato la BCE, il pericolo sta nel gioco al rialzo, se si innesta una spirale di ritorno al protezionismo a livello globale. In questo caso gli impatti sul commercio mondiale, sui consumi e sulle decisioni di investimento potrebbero essere significative.”
“Come difendersi? Diversificare il rischio Paese, tra mercati in espansione e mercati che permettano migliori marginalità. Rimuovere noi in Italia i fattori di inefficienza di sistema e di carico fiscale sulle imprese (nei limiti della sostenibilità) per compensare eventuali situazioni di tensione nei costi di produzione” – queste le indicazioni nell’immediato del Presidente Pozza, attento a comprendere come evolverà il quadro generale.

Non poteva che andare così. A livello internazionale le previsioni macroeconomiche evidenziano uno “scollinamento”, tra il 2017 e il 2018, verso una crescita più moderata. Il commercio mondiale continuerà ad espandersi: ma ad un tasso del +3,6%, contro il +4,6% del 2017. Considerata la strutturale sensibilità del manifatturiero italiano alla domanda internazionale, inevitabile dunque il riflesso di questo rallentamento anche nelle dinamiche territoriali, già in questo primo scorcio d’anno. Ma il quadro resta sostanzialmente positivo. Vediamo nei dettagli.

In provincia di Treviso la produzione resta in crescita del +2,2% su base tendenziale annua, con un grado di utilizzo degli impianti che “scivola” dal 75% di fine anno, al 73,4%. A tirare il freno, in coerenza con lo scenario sopra richiamato, proprio il fatturato estero: -4,6% il passo congiunturale (rispetto al IV trimestre 2017), +1,4% la variazione tendenziale annua, in evidente decelerazione rispetto a come si era chiuso l’anno (+5,6% la variazione ufficiale ISTAT delle esportazioni trevigiane).
Resta tuttavia buona la raccolta ordini: quelli esteri crescono poco sopra il 2% tanto su base congiunturale che tendenziale; gli ordini dal mercato nazionale rimangono poco più che stazionari rispetto al trimestre precedente ma crescono del +4,9% rispetto al primo trimestre dell’anno scorso.
Buone infine le previsioni per il secondo trimestre 2018. In tutti gli indicatori monitorati i giudizi di aumento sopravanzano quelli di flessione, sebbene non nella misura rilevata per lo stesso periodo l’anno scorso. Rientra in questo quadro previsivo anche la domanda estera: il 34,5% degli imprenditori intervistati prevede un secondo trimestre in crescita sul fronte degli ordini esteri (contro il 38% registrato un anno fa per lo stesso periodo); pressoché stabile nel tempo la quota di giudizi di stazionarietà (48-49%); passano invece dal 12% al 17% gli imprenditori che esprimono dubbi sulla tenuta della domanda estera.
In provincia di Belluno, dopo un trimestre di fine anno che risentiva maggiormente della stagionalità, gli indicatori ex-post volgono decisamente al positivo. La variazione tendenziale della produzione torna ad attestarsi al +4,6; il fatturato cresce del +2,6%, sempre su base annua, con un pizzico di marcia in più (+2,7%) per il fatturato estero. La raccolta ordini è andata anch’essa bene, tanto nel passo congiunturale (+3,6 dal mercato interno; +4,7% dai mercati esteri), quanto su base tendenziale annua (+5,4% dal mercato interno; +2,5% dai mercati esteri).
Le previsioni per il secondo trimestre 2018 proiettano il manifatturiero bellunese su un sostanziale mantenimento dei ritmi di crescita. Considerato che, a differenza di quanto emerge per la provincia di Treviso, quasi tutti i saldi tra giudizi di crescita e di flessione si rafforzano a favore della crescita, rispetto a quanto rilevato un anno fa. Solo qualche dubbio insiste sulla domanda estera, in coerenza con gli scenari, e i tanti fattori di incertezza che potrebbero gravare sul commercio mondiale (politiche dei dazi, in primis).

Nota metodologica
L’indagine Veneto Congiuntura del primo trimestre 2018 – realizzata da Unioncamere del Veneto – si basa su 216 imprese intervistate, per un totale di 10.700 addetti, per la provincia di Treviso e su 78 imprese intervistate, per un totale di oltre 4.150 addetti, per la provincia di Belluno.

a cura dell’Ufficio Studi e Statistica della
Camera di Commercio di Treviso – Belluno

Share
- Advertisment -

Popolari

Festival TrevisoRetrò 2022. 3 giorni di musica e amenità d’altri tempi

Festival TrevisoRetrò 2022. Una rassegna di 3 giorni dedicata a Musica e Amenità d’altri tempi in piazza Santa Maria dei Battuti a Treviso il...

Anziani protagonisti a Ponte nelle Alpi. Musica ed emozioni con le “Note dai Cortivi”

Ponte nelle Alpi, 16 agosto 2022 - Grande successo per l'evento "Divertiti con noi", promosso dall'Associazione "Accanto all'anziano e..." nella sala del Parco Ex...

Primus inter pares. Lettera aperta al presidente dell’Ordine dei Medici dal dottor Filiberto Dal Molin

Al presidente dell’Ordine dei Medici della mia città Presidente, in questo difficile ferragosto sento la necessità di chiedere nuovamente le Sue dimissioni. Lei svolge la Sua funzione,...

Caduta sulla pista di downhill. Altri interventi

Belluno, 15 - 08 - 22  -  Attorno alle 16 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato in Nevegal, lungo la pista...
Share