13.9 C
Belluno
lunedì, Agosto 15, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Cortina 2021. Confindustria Belluno Dolomiti: urgenti gli interventi per la viabilità. Da...

Cortina 2021. Confindustria Belluno Dolomiti: urgenti gli interventi per la viabilità. Da sempre favorevoli allo sbocco a Nord e al prolungamento dell’A27

Palazzo Doglioni Dalmas sede di Confindustria Belluno Dolomiti

Belluno, 26 aprile 2018 – «Da sempre Confindustria Belluno Dolomiti è attivamente e convintamente favorevole a quest’opera strategica per il futuro non solo della provincia, ma dell’intera regione. Come sempre hanno fatto, gli industriali si faranno carico di aprire un dialogo con il governo regionale e nazionale per capire se vi siano prospettive concrete in tal senso».

È quanto affermano il presidente degli industriali bellunesi Luca Barbini e il delegato alle infrastrutture della stessa associazione Domenico Limana, dopo aver appreso di un ritorno di interesse a favore del prolungamento dell’A27 e della realizzazione dello sbocco a Nord.

«Negli anni – spiegano Barbini e Limana – Confindustria Belluno Dolomiti si è sempre impegnata a sostegno di quest’opera che garantirebbe alla nostra provincia un collegamento diretto con il cuore dell’Europa, tanto da aver anche commissionato e realizzato, in passato, studi di fattibilità. In prospettiva, questo è e resterà dunque un obiettivo strategico».
«Più nell’immediato – proseguono Barbini e Limana – la nostra associazione è impegnata a favore del miglioramento e la messa in sicurezza della viabilità interna, anche e soprattutto in vista dei mondiali di sci alpino a Cortina d’Ampezzo nel 2021. La nostra provincia non può infatti permettersi una figuraccia internazionale, a causa di collegamenti inadeguati a un evento di questa importanza. Tanto più se c’è l’ambizione, da noi condivisa e sostenuta, di concorre ad ospitare anche le Olimpiadi Invernali del 2026. Dobbiamo concentrarci sugli interventi concretamente realizzabili, senza però dimenticare progetti a medio e lungo termine».

«Da sempre – concludono Barbini e Limana – il potenziamento infrastrutturale della nostra provincia è per Confindustria Belluno Dolomiti la vera grande priorità, sia in riferimento alle opere strategiche e di prospettiva come lo sbocco a Nord o lo sviluppo ferroviario, sia che si tratti di interventi migliorativi della viabilità interna o della banda larga. Per fare in modo che su questi temi così rilevanti vi sia un’unità di intenti delle categorie economiche e delle rappresentanze sindacali, abbiamo promosso un tavolo specifico che sta lavorando da mesi, in sinergia con le istituzioni locali e nazionali, con ottimi e incoraggianti risultati. Purtroppo, la competitività del nostro territorio è spesso frenata anche dai comitati del no a tutto: non solo alle strade, ma anche all’elettrodotto, agli impianti per la produzione di energia rinnovabile, ai collegamenti sciistici».

Share
- Advertisment -

Popolari

Sentenza Tar Comelico. Le Associazioni ambientaliste Italia Nostra, Mountain Wilderness Italia e Lipu valutano l’appello al Consiglio di Stato

Le associazioni ambientaliste Italia Nostra, Mountain Wilderness Italia e Lipu sono stupite e amareggiate dalla sentenza del TAR Veneto n. 1280/2022 che ha annullato...

Soccorso in montagna

Belluno, 14 - 08 - 22 Nel pomeriggio il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per un ragazzo caduto con la bicicletta lungo...

Paracadutismo. Trofeo Città di Belluno, sventola il Tricolore grazie alla Scuola nazionale

Oltre 40 le formazioni in gara per l'evento proposto dall'Associazione paracadutismo Belluno e valido quale terzo appuntamento delle World Cup Series, la Coppa del...

Isacco Costa domina il Giro podistico di Falcade 2022

Quasi 500 i concorrenti in gara all'evento organizzato dallo Sci club Val Biois. Premio speciale dell'amministrazione comunale agli azzurri Lucia Dalmasso ed Elia Barp Falcade...
Share