13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 9, 2021
Home Cronaca/Politica D'Incà (M5S): “Lo spopolamento è l'eutanasia della montagna bellunese”

D’Incà (M5S): “Lo spopolamento è l’eutanasia della montagna bellunese”

Federico D’Incà, deputato

Lo spopolamento è l’eutanasia del territorio bellunese. A dirlo è Federico D’Incà, parlamentare del Movimento 5 Stelle, che interviene sul problema demografico della montagna bellunese: “Lo spopolamento è il più grave problema da affrontare nei prossimi anni dal punto di vista politico per non perdere completamente la cultura, la storia e le tradizioni millenarie delle nostre vallate – dichiara D’Incà – Abbiamo il dovere morale di concentrarci sul problema demografico anche perché vi sono delle zone, come l’Alto Adige, che sono simili al bellunese e che hanno invece un andamento demografico tra i migliori del nostro Paese”.

Per questo motivo, secondo il parlamentare del Movimento 5 Stelle, “occorre istituire con legge nazionale un grande laboratorio per capire le problematiche delle aree interne e di confine, partendo proprio dalla realtà della montagna bellunese che è una delle aeree che maggiormente ha sofferto la vicinanza di province e regioni autonome”.

“Il tema demografico deve essere affrontato di pari passo con la problematica del lavoro – dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle – Potremmo pensare, visto che vi è una mancanza anche nel reparto manifatturiero di persone che possano lavorare per le nostre aziende, che tipo di defiscalizzazione utilizzare per far sì che le persone possano rimanere a vivere nel bellunese e in quale maniera possiamo richiamare e invitarne altre a trasferirsi nelle nostre vallate”.

“Credo che la possibilità di poter contattare fin da subito le centinaia di migliaia di nostri concittadini di seconda, terza e quarta generazione, figli di emigrati che sono partiti dal bellunese per cercare fortuna e nuove possibilità di vita in Sud America, Canada e in altri Paesi – ricorda D’Incà – sia un’opportunità per poter rivitalizzare un territorio. In questo modo possiamo cercare persone che hanno una cultura storica, un linguaggio e un ricordo simile al nostro e quindi possono riavvicinarsi senza particolari traumi al territorio bellunese. Questa è una delle opportunità storiche con cui possiamo riallacciare rapporti e portare nuovi cittadini a vivere nelle nostre vallate”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cinema Italia, tutto quello che c’è da sapere sullo storico cinema di Belluno. Martedì con il Fai Giovani su piattaforma Zoom

Il gruppo Fai Giovani di Belluno ha organizzato una conversazione on line dedicata allo storico cinema Italia di Belluno. Il gestore Manuele Sangalli porterà...

Il Lions Club Belluno dona 18 Pc alle scuole di Borgo Valbelluna

Il Lions Club Belluno, dopo l’apprezzato intervento per le scuole primaria e secondaria di Limana, ha voluto donare alle scuole di Borgo Valbelluna diciotto...

Si può battere sul tempo l’infezione da Sars Cov 2 grazie agli antivirali e ad una nuova organizzazione del territorio

È ormai acclarato che l’opportunità terapeutica dell’utilizzo degli antivirali contro l’infezione da Sar-Cov2 è tanto più efficace quanto prima si utilizzano tali rimedi fin...

No paura Day 3. Domenica alle 16 in piazza Martiri a Belluno

Belluno, 9 maggio 2021 – Oggi pomeriggio alle ore 4 in piazza dei Martiri a Belluno si terrà il terzo appuntamento “No paura day”,...
Share