13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 9, 2022
Home Cronaca/Politica Nuovi livelli assistenziali di assistenza: un decreto ministeriale vuole scaricare maggiori costi...

Nuovi livelli assistenziali di assistenza: un decreto ministeriale vuole scaricare maggiori costi su Regioni, Comuni e famiglie

La questione è emersa ieri in sede di Conferenza dei sindaci. A illustrarla, il sindaco di Feltre Paolo Perenzin e il sindaco di Belluno Jacopo Massaro.

Paolo Perenzin – sindaco di Feltre

“I nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) determinati livello ministeriale per gli ospiti delle strutture psichiatriche – spiega Perenzin – sono stati scaricati sulle Regioni. Mentre prima i costi erano ripartiti nel rapporto 60/40 di cui 60 a carico del Sistema Sanitario Nazionale e il restante 40 a carico dei cittadini e Comuni laddove i cittadini fossero incapienti, ora il rapporto viene ribaltato 40/60. Sappiamo che l’assessore regionale alla sanità sta lavorando per una ipotesi extra Lea a livello regionale. Alcune regioni come l’Emilia Romagna l’hanno già fatto. La nostra richiesta alla Regione è che si trovi una soluzione, perché si va verso un raddoppio delle rette e in alcuni casi rette che lieviterebbero fino al triplo. Laddove non arrivano le famiglie dovrebbero intervenire i comuni gravando sui bilanci. Cosa succederebbe – si chiede il Primo cittadino di Feltre –  se Comuni e famiglie non fossero più in grado di pagare. Non si riuscirebbe più ad erogare un servizio a persone di una fragilità conclamata? Evidentemente questo non è ammissibile! Lavoreremo quindi, come Assemblea dei sindaci sulla Regione e anche sul nuovo governo appena insediato”.

“La Regione – evidenzia Massaro, sindaco di Belluno – diminuisce il proprio impegno economico per sostenere le rette delle persone in comunità. E così aumenta il contributo richiesto ai privati e ai comuni per il mantenimento delle rette. La Regione Veneto, dunque, che ha fatto scuola in tutta Italia per il suo modello socio-sanitario, ora sconfessa se stessa, abbandona questo modello di integrazione e dice: noi facciamo solo sanità, i Comuni facciano il sociale”.

Share
- Advertisment -

Popolari

A teatro con mamma e papà 2023. Spettacoli alle 18:00 al Piccolo Teatro Pierobon a Paiane di Ponte nelle Alpi

Dopo il successo di a Teatro si RipArte, per la stagione 2022 e 2023, nella speranza che tutto si possa realizzare, l’offerta culturale legata...

Natale per tutti. Prosegue fino al 20 dicembre il tour in 30 centri per disabili di CrossAbili e Alvaro Dal Farra

Sette giorni di divertimento a oltre 2mila persone con disabilità e bambini. Il 12 dicembre a Belluno, il 13 dicembre a Pieve di Cadore Il...

“Verso Casa”: un laboratorio per trasformare in musica le proprie emozioni

“Mille passi verso casa, foglie gialle cadono nel sole, nel silenzio di una pausa, sei la risposta a tutto...” questo il ritornello della canzone...

Visite ad anziani ospiti in ospedali e RSA. Zanoni (PD): via libera unanime per allentare le misure di distanziamento introdotte con il covid

Venezia, 9 dicembre 2022  -  "Abbiamo ottenuto, in accordo con l'assessora Lanzarin, un importante via libera unanime (45 i favorevoli) al nostro ordine del giorno...
Share