13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 17, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Domenica a Mel l'inaugurazione della mostra fotografica "Legami"

Domenica a Mel l’inaugurazione della mostra fotografica “Legami”

 

Domenica 11 marzo alle ore 11 al Palazzo delle Contesse di Mel sarà inaugurata la mostra fotografica “Legàmi”, che rimarrà aperta fino al 15 aprile con i seguenti orari: sabato e domenica 9.00 – 12.00 15.00 – 18.00. Con foto di Loris De Barba e interviste di Daniela Dal Mas.

Palazzo delle Contesse a Mel (Belluno)

Legàmi fa parte di un progetto iniziato 5 anni fa. Come ogni progetto è nato da un’idea: contribuire a preservare la memoria di una comunità e, nello stesso tempo, mantenere uno sguardo verso il futuro. Il piccolo paese, Valmorel , posto a 800 m. s.l.m nella vallata bellunese, per alcuni, nati qui, non è un luogo come gli altri: è il nido, le radici ben piantate, radici profonde, ancestrali, come se si potesse respirare solo fra quei boschi e quei prati. Avere la propria terra nel cuore significa sentire forte l’appartenenza in qualunque parte del mondo ci si ritrovi ad essere, a nascere, a vivere. La propria terra diventa allora un’identità, un’appartenenza, una necessità.
Per altri è la scelta di un futuro fatto di nuove prospettive, nuovi ritmi, dove ci si riappropria del tempo e si stabiliscono relazioni umane pregne di significato.Da qui si può avere un orizzonte, si riesce, tenendo i piedi ben saldati sulla terra, a guardare il futuro.
La mostra nasce, quindi, dal desiderio di descrivere un luogo inteso non solo come spazio fisico, paesaggio, territorio, ma principalmente come ambiente pulsante di vita, ricco di relazioni umane, di ricordi, di nuove esperienze.

I protagonisti sono gli abitanti di questo paesino di montagna: persone che sono nate qui, altre che vi sono ritornate ed altre ancora che hanno scelto questo luogo per vivere.
Si tratta di una serie di ritratti in bianco e nero in cui colpisce la qualità della luce, morbida ed avvolgente, mentre la posa fotografica è spontanea, curata, ma sembra arrivare con naturalezza da momenti di dialogo e di convivialità.
Ai ritratti fotografici si aggiunge la voce delle persone che,attraverso domande, suggestioni, che avessero lo scopo di liberare pensieri e riflessioni, hanno raccontato storie vissute, speranze e sogni. Le voci sono state raccolte in una serie di interviste la cui integrità è presente in cartaceo, mentre degli stralci sono racchiusi in un audiovisivo della durata di 30 minuti.
Le foto sono accompagnate da didascalie che presentano i protagonisti riportando frasi significative dell’intervista.

In concomitanza con la mostra saranno presentati degli eventi legati al tema proposto: una serata di lettura dal titolo “Ritratti” a cura del gruppo Voci di passaggio il 29 marzo alle ore 20.30 al Palazzo delle Contesse, una visita guidata con la presenza di alcuni protagonisti di Valmorel domenica 25 marzo dalle ore 16.00, un incontro dal titolo Vivere in montagna da calendarizzare.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Stato manutentivo del Ponte della Vittoria. Interrogazione del consigliere Fabio Bristot (Rufus)

Il consigliere comunale di opposizione Fabio Bristot (Rufus), ha presentato un'interrogazione per conoscere lo stato complessivo in cui si trovano alcuni ponti del territorio...

Dichiarato inammissibile il ricorso dalla Cassazione, Dal Borgo rimane in carcere

La Suprema Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dai legali di Dal Borgo Roberto, contro la sentenza della Corte d'Appello di...

Aperto l’archivio storico del turismo italiano. Oltre 160mila immagini che raccontano l’Italia

Enit apre al pubblico l’Archivio storico del turismo italiano. Da oggi sarà visibile a tutti l’inestimabile patrimonio culturale dell’Ente nazionale del Turismo italiano. Oltre...

Virginia Scardanzan ottava italiana di sempre nell’asta: in Nebraska (USA) vola a 4.35

Non finisce di stupire Virginia Scardanzan. La 23enne portacolori di Atletica Silca Conegliano, è nuovamente volata altissimo nel salto con l’asta. Questa volta è...
Share