13.9 C
Belluno
giovedì, Settembre 24, 2020
Home Cronaca/Politica Risultati elezioni. Massaro: «E' mancata l'attenzione all'interesse generale. I partiti hanno pagato la...

Risultati elezioni. Massaro: «E’ mancata l’attenzione all’interesse generale. I partiti hanno pagato la loro arroganza»

Belluno, 5 marzo 2018  –  «Non è accaduto nulla di straordinario o imprevedibile: è emerso in modo chiarissimo il terribile deficit di credibilità da parte delle forze politiche. I partiti hanno pagato la loro arroganza e presunzione; per trovare un accordo di governo, ora, serve smussare gli “estremismi”».
Il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, riassume così, a scrutini ancora in corso, l’esito delle elezioni politiche 2018: «Nemmeno l’uninominale, un sistema che crea un seppur minimo rapporto di fiducia fra elettore e candidato, è riuscito a superare il deficit di credibilità delle forze politiche. – analizza Massaro – È mancata una proposta politica seria, ci si è impegnati più a far valere la propria parte politica che non ad affermare l’interesse generale; questa è una grossa difficoltà, che denunciamo da tantissimo tempo e che purtroppo rimane uno dei grandi problemi della politica attuale».

A rafforzare la tesi, il confronto tra i dati odierni e quelli delle amministrative dello scorso giugno: «Noi avevamo proposto un’idea alternativa, basata sulla ricerca dell’interesse pubblico e generale, anche con la ricerca costante della mediazione, nel rispetto del dibattito democratico. – ricorda Massaro – I risultati si sono visti: le stesse forze politiche che oggi, nel capoluogo, prendono il 24%, alle scorse comunali prendevano il 9%; altre addirittura oggi arrivano al 22% e alle scorse elezioni hanno ottenuto il 3,6%.

Anche nel 2012 eravamo riusciti ad affermare la nostra proposta di partecipazione, superando il primo boom del Movimento 5 Stelle e i partiti tradizionali. Evidentemente, a livello nazionale manca un’alternativa credibile, che in questi anni siamo invece riusciti a proporre con successo a livello locale».
Resta aperto il nodo governabilità: «È evidente la necessità di trovare una soluzione: il Movimento 5 stelle ha oggi il pallino in mano e deve dimostrare la maturità di una forza politica di governo. – sottolinea il primo cittadino – Il Movimento 5 Stelle e il suo elettorato sono quindi chiamati ad un importante test di maturità: per evitare il rischio ingovernabilità, ora, la sfida è trovare la capacità di smussare le proprie posizioni per venire incontro alle posizioni degli altri e riuscire a determinare quindi la supremazia dell’interesse generale rispetto all’interesse di parte».

Share
- Advertisment -



Popolari

Sanità bellunese sotto accusa. La mozione dei consiglieri Nicolini, Ciociano Bottaretto, De Pellegrin, Bristot, Bello, Gamba e Pingitore

E' stata presentata al presidente del Consiglio Comunale di Belluno una mozione con un lungo elenco del continuo depauperamento dei servizi sanitari a carico...

Ulss Dolomiti. Pubblicato il bando per direttore di Chirurgia vascolare. Ristrutturazione dell’ospedale di Lamon

E’ stato approvato il bando per la ricerca del direttore della Unità Operativa complessa di Chirurgia Vascolare. L’Unità Operativa Complessa, prevista dalle schede di dotazione...

Fondazione Teatri delle Dolomiti: Tiziana Pagani Cesa è la nuova presidente

Patrizia Burigo, Tiziana Pagani Cesa e Ivan Borsato i nuovi componenti del comitato di gestione della Fondazione Teatri delle Dolomiti. L'incarico di presidente è...

Puliamo il Mondo. Oltre 60 gli appuntamenti di Legambiente nel Veneto 

Il coronavirus non ferma Puliamo il Mondo. Domani, in concomitanza alla Giornata mondiale di azione per la giustizia climatica, e per tutto il week-end...
Share