13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 16, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Ex Chiesa dei Gesuiti: firmato l'accordo di valorizzazione

Ex Chiesa dei Gesuiti: firmato l’accordo di valorizzazione

Ancora pochi passi per il passaggio della proprietà dell’ex Chiesa dei Gesuiti al Comune di Belluno: è stato infatti firmato a Palazzo Rosso l’accordo di valorizzazione dello stabile, come previsto dallo strumento del federalismo demaniale culturale, alla presenza del Sindaco, Jacopo Massaro, dell’assessore alla rigenerazione urbana, Franco Frison, e di Dario Di Girolamo, direttore regionale dell’Agenzia del Demanio.

Franco Frison, assessore

il Collegio dei gesuiti a Belluno poi caserma e distretto militare

«Con la delibera approvata lo scorso venerdì dal consiglio comunale e la firma di oggi, siamo arrivati al momento decisivo, grazie alla grande collaborazione con l’Agenzia del Demanio, il Segretariato regionale del Ministero dei Beni Culturali coordinato dall’architetto Renata Codello e le rispettive strutture tecniche, e il prezioso supporto del segretario comunale, Alfonsina Tedesco. – annuncia Frison – Sulla base della firma di oggi, l’Agenzia potrà cedere gratuitamente l’immobile al Comune di Belluno, e conto che il passaggio possa già avvenire nel mese di marzo».
«Stiamo vincendo una sfida nata nel 2016, il cui esito non è stato scontato: – spiega Frison – questo è un risultato che dà grande soddisfazione all’intera amministrazione comunale, perchè ci consente di recuperare un immobile in disuso dagli anni ’90, togliendo le situazioni di degrado e restituendo vitalità all’area».
L’Agenzia del Demanio sta portando avanti numerose operazioni di rigenerazione urbana su tutto il territorio nazionale. Il federalismo demaniale culturale viene utilizzato in molti progetti che prevedono la collaborazione di diversi livelli di governo: attraverso questo strumento gli Enti Territoriali possono infatti diventare proprietari di beni di grande pregio e valore storico artistico e valorizzarli al meglio, rendendoli maggiormente fruibili per i cittadini. Ad esempio l’ex Chiesa dei Gesuiti al centro di questo accordo di valorizzazione potrà presto rinascere a nuova vita grazie a un progetto del valore di 2,2 milioni di euro che  prevede la realizzazione di una piazza coperta al piano terra, con aule gioco e svago per i bambini  e la creazione di una sala polifunzionale al piano superiore capace di ospitare circa 200 persone. La metratura totale sarà di 1000 metri quadri, equamente distribuiti tra i due piani.
Soddisfatto anche il primo cittadino: «Questo è un altro, importante tassello nel progetto di rigenerazione urbana, che abbiamo voluto e in cui abbiamo creduto per far crescere la nostra città. – commenta Jacopo Massaro – L’ex Chiesa dei Gesuiti, Palazzo Crepadona, la scuola Gabelli, la ciclabile sul Piave e tanti altri interventi consentiranno a Belluno di mantenere alta la qualità della vita, spingendo sul connubio tra sviluppo economico, tutela ambientale e recupero dell’esistente».

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidenti in montagna

Val di Zoldo (BL), 15 - 05 - 21  Passate le 16 è scattato l'allarme per un'escursionista che, durante una camminata nei boschi in...

Avvicendamento al Gruppo alpini di Salce: Massimo De Vecchi subentra a Cesare Colbertaldo

Belluno, 15 maggio 2021 - Massimo De Vecchi è stato eletto al vertice del Gruppo alpini di Salce "Gen. P. Zaglio". Lo ha deciso...

Biennale di Venezia. Dolomiti Contemporanee è parte di Comunità Resilienti al Padiglione Italia della 17ma Mostra Internazionale di Architettura

Comunità Resilienti Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2021 17. Mostra Internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia. Arsenale – Tese delle Vergini 22 maggio/21 novembre 2021 Vernice: venerdì...

Gruppo FS italiane. Verificate le procedure di sicurezza nella galleria Fadalto sulla linea Conegliano-Ponte nelle Alpi

Belluno, 15 maggio 2021  -  Verificare in un caso di emergenza l'efficacia delle procedure, dei tempi di risposta, e del coordinamento delle strutture sul territorio,...
Share