13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 12, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Orange1 Holding di Arsié acquisisce Brixiapress. Si tratta della 15ma acquisizione del...

Orange1 Holding di Arsié acquisisce Brixiapress. Si tratta della 15ma acquisizione del gruppo internazionale leader nel settore elettromeccanico

Donazzan e Abate

Arsiè (BL) 26 febbraio 2018 – Con il 2018 riprende la corsa alle acquisizioni per Orange1 Holding, gruppo internazionale leader nel settore elettromeccanico con sede principale ad Arsiè (BL). È la volta della società slovacca Brixiapress, stabilimento della ex IPS Sabbio Chiese specializzata nella pressofusione e nella lavorazione meccanica di prodotti nel settore automotive ed elettrodomestici. La società, che ha all’attivo 30 milioni di euro e 200 dipendenti, con il suo ingresso in Orange1 consente alla holding di prefissarsi l’obbiettivo di raggiungere 230 milioni di fatturato e 1600 dipendenti entro l’anno. Dopo l’acquisizione della divisione di Industrie Pasotti S.p.A. in Sabbio Chiese (Brescia) e la nascita della società Foundry nell’ottobre del 2017, Orange1 ottiene le quote di Brixiapress dall’azienda bresciana Fondermat, guidata da Ferdinando Abate, compiendo un altro importante passo nel progetto “pressofusione”.

«Con l’acquisizione di Brixiapress si completa la prima fase del progetto die-casting che in poco più di tre anni ci ha portati a superare i 100 milioni di euro» ha dichiarato il presidente di Orange1, Armando Donazzan. «L’acquisizione era un passaggio fondamentale per permetterci di rafforzare la relazione con i clienti che abbiamo acquisito all’interno del progetto “IPS Sabbio Chiese”, ottenendo così maggiore flessibilità produttiva e competitività sui costi. Ringrazio il Sig. Ferdinando Abate, presidente di Fondermat, per aver accettato la nostra proposta. Con Fondermat, società specializzata nella realizzazione di leghe di alluminio, si è deciso inoltre di avviare un progetto di ricerca per realizzare leghe speciali anche attraverso le nanotecnologie. Adesso l’obiettivo diventa ancora più ambizioso e scaldiamo i motori (gergo che ci appassiona) per diventare dei partner a livello mondiale dei nostri clienti». Altrettanto entusiasta la dichiarazione del presidente di Fondermat, Abate: «Sono molto soddisfatto di aver concluso l’accordo con Orange1, perché siamo certi che potrà diventare una società leader in questo settore. I punti che hanno fatto la differenza, rispetto alle altre offerte, sono stati la volontà di trovare una soluzione positiva per i dipendenti dello stabilimento della ex IPS Sabbio Chiese e il voler guardare al futuro cercando di trovare delle nuove soluzioni tecnologiche insieme a noi».

Orange1 Holding è leader in Europa nel settore dei motori elettrici asincroni monofase e trifase, 15 acquisizioni, 1600 dipendenti, 13 stabilimenti produttivi. Ha una capacità produttiva di oltre 1 milione di motori elettrici l’anno e 5 milioni di avvolgimenti. La Divisione pressofusione alluminio trasforma attualmente 25.000 tonnellate d’alluminio l’anno.

Share
- Advertisment -

Popolari

Eventi calamitosi del 2020: il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi

Il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi per gli eventi calamitosi del 29 agosto 2020. Quel giorno, una...

Interventi di soccorso in montagna

Belluno, 11 - 08 - 22 Verso le 15.20 l'elicottero di Dolomiti Emergency, alla centesima missione, è volato lungo il sentiero 215 che scende...

Carceri. Capece (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) replica al capo delle carceri Renoldi: “L’iniziativa Ferragosto in carcere è sinonimo di ipocrisia istituzionale”

"Leggo con sgomento le dichiarazioni odierne del Capo del DAP dipartimento amministrazione penitenziaria Carlo Renoldi che dispone il Ferragosto in carcere per lui e...

Alberi monumentali. Anche il liriodendro di Buzzati nell’elenco delle piante del Comune di Belluno

“Dietro la vecchia casa di campagna, era già immenso e antico, quando io comparvi piccolo bambino”: così Dino Buzzati, nell’ultimo elzeviro da lui scritto...
Share