13.9 C
Belluno
domenica, Luglio 3, 2022
Home Cronaca/Politica Codivilla Putti. Sinigaglia: "In Quinta commissione modificate le schede ospedaliere per garantire...

Codivilla Putti. Sinigaglia: “In Quinta commissione modificate le schede ospedaliere per garantire tutti i servizi sanitari e la continuità occupazionale. Adesso la giunta non tradisca le aspettative”

Venezia, 8 marzo 2017   – Abbiamo votato a favore alla modifica delle schede ospedaliere del Codivilla Putti di Cortina, anche per dare maggior forza a una richiesta, chiara e determinata, che arriva dal territorio. Adesso la palla passa a Zaia e ai suoi assessori, mi auguro che non tradiscano le aspettative”. L’auspicio è del consigliere del Partito Democratico Claudio Sinigaglia, commentando i lavori della Quinta commissione, dove sono state approvate all’unanimità le prescrizioni alla Giunta per garantire prestazioni e continuità occupazionale della struttura ampezzana, indipendentemente dalla chiusura della sperimentazione fissata per il prossimo 29 aprile.

Claudio Sinigaglia, consigliere regionale Pd

“Grazie al lavoro svolto in Commissione, dovranno essere garantiti ai residenti tutti i servizi sanitari, senza sottrarre risorse alla Ulss Dolomiti, altrimenti sarebbe un boomerang. Non dovrà perciò esserci alcun periodo di interruzione dell’attività del Codivilla Putti e la Giunta dovrà decidere con che modalità proseguire la gestione dell’Ospedale e garantire la continuità occupazionale dei lavoratori impegnati nella Codivilla Putti Spa.

Abbiamo chiesto che le linee guida del bando per individuare il privato accreditato che andrà a gestire il Codivilla Putti vengano esaminate sempre in Quinta commissione, per mantenere la qualità dei servizi e la continuità occupazionale per i 150 lavoratori. Anche cogliendo l’appello del presidente della Conferenza dei sindaci di Belluno, approvando le nuove schede ospedaliere, abbiamo poi chiesto la possibilità, per chi gestirà il periodo ponte tra la fine della sperimentazione e la gestione privata, di aprire 20 posti letto di medicina generale, oltre ai 40 di ortopedia e traumatologia e i 20 di riabilitazione. Infine – chiude Sinigaglia – abbiamo rinnovato l’invito a a non chiudere l’esperienza portante della cura dell’osteomielite, un’eccellenza di richiamo nazionale e non solo”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Ciclabile Soverzene-Ponte, la Provincia promuove la nuova passerella sul Piave

Da Rold: «Fare rete tra territori per integrare una mobilità sempre più sostenibile» «Le piste ciclabili sono un'infrastruttura importantissima e anche un simbolo. Sono importanti...

Interventi di soccorso in montagna

Val di Zoldo (BL), 02 - 07 - 22   Alle 18.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sonino...

Giochi in musica. Lezioni per giovanissimi dalla Filarmonica di Belluno. A Cavarzano, Limana, Nevegal, Pieve di Cadore

Giochi in musica. Anche per l'estete 2022, la Filarmonica di Belluno organizza lezioni gratuite e aperte dedicate ai bambini di età compresa tra i...

Che cos’è il bene comune? * di Daniele Trabucco

Nel dibattito politico si sente spesso ripetere, tanto dalle forze di maggioranza, quanto da quelle di minoranza, che la loro azione tende a realizzare...
Share