13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 18, 2021
Home Cronaca/Politica Assicurazioni. Esplode il fenomeno dei furti degli assegni spediti a mezzo posta...

Assicurazioni. Esplode il fenomeno dei furti degli assegni spediti a mezzo posta ai danneggiati. A pagare sono sempre gli assicurati e i danneggiati

truffa banda bassottiL’ultima frontiera delle truffe, o meglio dei furti, è un fenomeno non del tutto nuovo ma che pare stia in fase di espansione in tutt’Italia: il furto ed il cambio degli assegni spediti dalle assicurazioni col servizio postale. A segnalarlo numerosi danneggiati che pur ricevendo comunicazione di essere stati liquidati, molti nei termini di legge stabiliti dal Codice delle Assicurazioni private, non si vedono recapitare materialmente l’assegno bancario con l’importo del risarcimento, con la conseguenza, che per la riemissione si debba perdere ulteriore tempo, quando magari si è già riparata la propria autovettura e/o si sono anticipate numerose spese. Il tutto nasce dalla politica della gran parte delle compagnie assicurative, anche dei gruppi maggiori presenti sul territorio nazionale, di provvedere alla liquidazione mediante spedizione con posta ordinaria di assegno bancario “non trasferibile” intestato al soggetto danneggiato. Il problema è che pare che vi siano delle proprie bande criminali che da Nord a Sud riescono ad intercettare i titoli nel percorso che va dalla postalizzazione e prima di arrivare nella buca delle lettere di chi ne avrebbe diritto. La cosa più eclatante è che questi delinquenti, evidentemente non occasionali, riescano a cambiare gli assegni con documenti falsi, dopo aver aperto conti correnti o libretti postali in svariate località d’Italia e riescano infine a prelevare l’intero importo cambiando sportelli o ATM bancomat, probabilmente per lasciare meno punti di riferimento possibile. In ogni caso, sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, in primo luogo il danno lo subisce chi si vede ritardata la liquidazione dei pregiudizi subiti ed infine a pagare sono sempre gli assicurati perché la compagnia, assodato il furto, è costretta a versare nuovamente l’intero importo con la conseguenza che tale perdita va ad incidere sulle tariffe assicurative perché ormai si segnalano decine e decine di episodi del genere che segnano un’evitabile emorragia nel settore che potrebbe essere semplicemente risolta con l’invio degli stessi pagamenti a mezzo di una semplice raccomandata a.r.

Share
- Advertisment -

Popolari

La solidarietà delle associazioni a Casanova, presidente di Mountain Wilderness Italia querelato per aver criticato “Quad in quota”

Luigi Casanova, presidente onorario di Mountain Wilderness Italia, è stato sottoposto a processo a richiesta dei sostenitori della manifestazione "Quad in quota" di Falcade...

Rinnovato il contratto dei metalmeccanici. In provincia di Belluno passa con il 93,8% dei consensi

Il Nuovo CCNL Industria metalmeccanica è stato ratificato nella provincia di Belluno con il 93,8% di voti favorevoli. Il voto si è svolto in...

Tecnologia 5G. Una trentina di associazioni chiedono alle massime istituzioni di mantenere invariati i limiti di esposizione

Al fine di tutelare la salute pubblica, una trentina di associazioni e comitati hanno inviato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla presidente del...

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...
Share