13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Epidemia lingua blu ed efficacia degli interventi della Regione. La senatrice Bellot...

Epidemia lingua blu ed efficacia degli interventi della Regione. La senatrice Bellot interroga il governo

Raffaela Bellot, senatrice
Raffaela Bellot, senatrice

La senatrice Raffaela Bellot raccoglie l’appello di Donazzolo – presidente Confagricoltura Belluno – e deposita una interrogazione urgente in cui chiede intervento del Governo, in accordo con le necessità espresse dagli allevatori bellunesi.

Serpeggia infatti grosso malcontento e forte preoccupazione negli ambienti di Confagricoltura Belluno che ha deciso di chiedere l’intervento diretto a Roma della Bellot.

Mentre continua in provincia l’allarme per gli episodi di Bluetongue, a un mese dall’accertamento dei primi casi, in sede Regione Veneto manca ancora una delibera che orienti e sostenga il piano vaccinale globale con un conseguente serio controllo del diffondersi dell’epidemia.

A Roma quindi la senatrice bellunese interroga direttamente il Ministro della salute e quello delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

Nel suo intervento in aula la Bellot chiede nell’ordine, che il Governo con urgenza accerti:

l’adeguatezza e l’efficiacia degli interventi disposti dalla Regione Veneto per far fronte all’epidemia e prevenirne l’ulteriore diffondersi perché il piano vaccinale non sia stato sin dall’inizio esteso anche ai capi bovini, portatori sani del virus se il ritardo negli interventi di vaccinazione e le modalità prescelte dalla Regione Veneto non abbiano configurato una violazione delle disposizioni comunitarie vigenti in materia.

“Non è chiaro a quale punto della filiera decisionale o perché si sia deciso di intervenire con i vaccini su alcuni capi e non su altri. Il virus continua a diffondersi creando non poche perdite e difficoltà ai nostri allevatori. E se è vero- continua la Bellot- che una parte di noi si sente al sicuro perché il virus non attacca l’uomo, è altresì vero che gli interventi di risposta non sono proporzionali alla necessità. I nostri allevatori vogliono risposte più efficaci e più chiare. Io, nel compito che mi spetta in qualità di Senatrice, chiedo al Governo che spinga per arrivare presto ad una soluzione migliore. Grazie a Dio non c’è contagio tra l’uomo, ma i danni di questa epidemia coinvolgono più gente e più economia di quanto si possa pensare.”

Share
- Advertisment -

Popolari

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...

Lavoratori artigiani: se la cassa integrazione è pagata dal Fondo FSBA tramite Ebav, va scaricato il CU per fare la dichiarazione dei redditi

Cassa integrazione pagata dal Fondo FSBA tramite Ebav, i lavoratori e le lavoratrici si attrezzino per scaricare la Certificazione Unica necessaria per presentare la...
Share